Pizza al farro, ricetta di Bonci

 

La pizza al farro, ricetta di Bonci sono un’altra prelibatezza di Gabriele Bonci.

Il farro ha un alto contenuto di proteine ed è in grado di dare una sensazione di sazietà subito dopo il suo consumo.

 

pizza farro bonci 1

Ingredienti :

1 kg di farina farro

650 ml di acqua

7 grammi di lievito secco

10 grammi di sale

passata di pomodoro

mozzarella

In una ciotola mettete la farina, lo lievito, aggiungete un po’ di acqua ed iniziate a girare con un cucchiaio di legno, aggiungete altra acqua e continuate a girare.

Aggiungete il sale e  lavorate bene il composto, trasferitolo su una spianatoia e lavoratelo fino ad avere un impasto consistente.

Mettete l’impasto in una ciotola con poco olio e fate lievitare per 5/6 ore.

Dividete l’impasto in 3 o 4 parti (in base alla grandezza delle vostre teglie) e fate lievitare per 15/30 minuti.

Con le mani stendete l’impasto al farro e  mettetelo  sulle  teglie leggermente oliate e fate lievitare per un’ora circa, fino a quando risulteranno belle morbide.

Ora mettete  sulle pizze al farro  la salsa di pomodoro e la mozzarella spezzettata, regolate di sale ed infornare a forno già caldo a 200° per 20/25 minuti.

La pizza al farro è ottima anche il giorno dopo scaldata pochi minuti nel forno o  a temperatura ambiente.

23 Risposte a “Pizza al farro, ricetta di Bonci”

  1. Ciao!!!! Che fortuna!! Per questa sera vorrei proprio fare una pizza al farro…però non mi è chiaro…quanto olio devo usare? Negli ingredienti non è riportata la quantità ma è presente nelle indicazioni della ricetta…così come il sale…quanto? Grazie!!!

    1. ciao Lisa devo scusarmi ma ho fatto un errore di trascrizione della ricetta, il sale sono 10 grammi e l’olio serve solo per ungere la ciotola dove mettere l’impasto a lievitare. buona pizza a presto

  2. Innanzitutto complimenti x questo fantastico sito!!! Poi approfitto a chiedervi un chiarimento sulla cottura di questa fantastica pizza (adoro il farro)…ho ricordi di quando Bonci ha presentato questa ricetta in tv e se non ricordo male parlava di cucinarla x 15 minuti sul piano basso del forno e poi alzarla nella parte media. Qui vedo che non è specificato questo. Cosa consigliate? Grazie

    1. Grazie Cristina per i complimenti. io il sistema di cottura fatto da Bonci come te ricordi lo uso solo per la pizza classica, per quella al farro uso il sistema classico, in questo modo cuoce in modo più omogeneo visto che l’impasto risulta più pesante rispetto alla pizza classica, ma nulla ti vieta di farlo cuocere come giustamente ricordavi. spero che continui a seguirci sempre, con affetto Cris

    1. Ciao Valentina sarebbe pizza al farro annacquata, errore di scrittura 650 ml, grazie per essertene accorta! fammi sapere se ti è piaciuta…:)

  3. Solo un piccolo appunto: il farro NON è adatto per chi ha intolleranza al frumento, cosi come non è adatto il kamut. Mi raccomando, è pericoloso dire che “Il farro è particolarmente indicato per le persone intolleranti al glutine del grano”.

    Frumento, Farro e Kamut sono tutti e tre graminacee, della stessa famiglia, e tutti e tre contengono glutine. Vero che il farro ed il kamut contengono glutine leggermente più digeribile rispetto al frumento “moderno” (che è stato selezionato per privilegiare le qualità che rendessero di più in termini di quantità e comodità di raccolta), ma pur sempre di glutine si tratta: se una persona è allergica al glutine o al germe del frumento, beh, è meglio che eviti questi cereali.

    Diverso il discorso del Grano Saraceno, che non è assolutamente una graminacea, bensi una pianta da fiore, e NON contiene glutine 🙂

    Saluti! 🙂

    1. Ne vengono 3/4 teglie rotonde, il 3 0 4 dipende dallo spessore e dal diametro della teglia io con teglia classica ne faccio sempre 4. ciao

    1. nooooo ti prego usa il lievito di birra se vuoi una buona pizza! Io personalmente non l’ho mai usato per fare la pizza ma solo per alcune torte salate, la dose sulla confezione è 500 grammi di farina, 1 bustina di lievito istantaneo, 1 bicchiere di olio, sale e acqua q.b. per avere un impasto liescio ed omogeneo. NON garantisco il risultato e ti consiglio di farla con il lievito di birra, aspetto notizie!

  4. ciao!complimenti per il sito e per le ricette!questa ricetta della pizza mi ispira moltissimo! però scusami non mi è chiaro ciò che hai scritto sopra…uso il lievito istantaneo (quindi in polvere) cosi come scritto nella ricetta o lievito di birra come consigli sopra?ed eventualmente quanto? grazie mille se risponderai!

    1. Ciao Gabriella grazie per i complimenti ci fanno sempre piacere, io utilizzo il lievito di birra quello secco, nelle bustine di Mastrofornaio, non il lievito istantanteo per le torte salate, la dose è quella scritta nella ricetta. una felice Pasqua

      1. Ciao!fatta ieri!
        A me è piaciuta moltissimo ma ancora meglio, ha superato la prova marito!
        Grazie la ripeterò sicuramente!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.