Pane di azzimo, ricetta senza lievito di Gabriele Bonci

Il pane di azzimo, ricetta di Bonci  è un pane cotto in pentola, adatto sia per gli intolleranti o allergici allo lievito e sia agli intolleranti al glutine di grano tenero o duro,  infatti è fatto con farina di enkir più digeribile.

La farina di enkir è un cereale molto antico.

Il pane di azzimo è velocissimo da preparare ed ideale quando il pane scarseggia.

La farina di enkir non è facilissima da trovarsi ma se andate nei negozi bio riuscite a trovarla con maggiore facilità o direttamente on line.

Rispetto le altre preparazioni di Bonci il pane di azzimo non richiede lievitazione.

  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    10 minuti
  • Cottura:
    10 minuti
  • Porzioni:
    20 pezzi (circa)
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina di enkir 1 kg
  • Acqua naturale a temperatura ambiente 450 ml
  • Sale 20 g
  • Olio extravergine d’oliva 20 g

Preparazione

  1. L’impasto potete farlo a mano o con la planetaria, noi abbiamo utilzzato la planetaria.

    Setacciate la farina e mettetela nella planetaria, aggiungete poca acqua ed azionate l’apparecchio, aggiungete poco per volta la restante acqua, l’olio extravergine d’oliva  e per finire il sale,

    Impastare tutti gli ingredienti fino ad avere un composto liscio ed omogeneo e lasciarlo riposare per 10/15 minuti coperto con un panno.

  2. Fate delle palline, noi le abbiamo fatte da 75 grammi e stendetele con un mattarello non fate delle sfoglie tanto sottili, devono essere più spesse della piadina (15 centimetri circa).

    Scaldate una pentola antiaderente e fate cuocere il pane di azzimo da ambo i lati, senza bucherellarlo durante la cottura.

  3. Come conservarlo:

    Spruzzare di acqua il pane di azzimo e metterlo uno sopra l’altro, coprire con pellicola e conservare in frigo per 2/3 giorni, mi raccomando non mettere tanta acqua solo una spruzzatina con le mani bagnate altrimenti si attaccano.

    Potete fare anche l’impasto in anticipo e conservarlo in frigorifero fino a  5/6 giorni.

    Il pane di azzimo si può mangiare in purezza oppure farcirlo con carne di agnello, insalata e pomodorini, oppure con affettati e formaggi.

    Se non avete la farina di enkir postete sostituirla con farina 0 o farina integrale, le dosi rimangono invariate.

     

Note

Se amate le ricette di BONCI cliccate QUI

Precedente Pasta frolla al cacao di Knam, ricetta di facile preparazione Successivo Cheesecake giapponese al cacao o Japanese Cotton Cheesecake

6 commenti su “Pane di azzimo, ricetta senza lievito di Gabriele Bonci

  1. Pingback: Cascina Fontanacervo: la visita al caseificio | Ricette Di Cultura

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.