Mandorlara: master class dello Chef Giuffrè all’Istituto Alberghiero G.Ambrosini di Favara

Giovedì 7 Marzo il Testimonial di Mandorlara Chef Peppe Giuffrè “Il Cuciniere” ha incontrato i ragazzi dell’Istituto alberghiero G.Ambrosini di Favara in un’appassionante Master Class. 

A dare il benvenuto all’illustre Chef il dirigente scolastico Milena Siracusa che intervenuta all’incontro rivolgendosi agli studenti: – Noi abbiano bisogno di testimonial, abbiamo bisogno di farci ispirare da qualcuno che ci porti a seguire un esempio, qualcuno che possa trasmetterci la professionalità attraverso la sua storia. 

Grande accoglienza per lo Chef Giuffrè tra i presenti, in una gremita sala tra studenti, professori e addetti ai lavori. 

Lo Chef dopo i saluti ha esordito così : 

-Non dimenticate di essere uomini e donne e no star.

Giuffrè siciliano di Trapani, dotato di una forte personalità , uno spiccato senso dell’umorismo, simpatia e grande umiltà. 

Una persona piacevole dalle tante risorse, vera e non costruita che ascolteresti per ore come se fosse un canta storie senza mai stancarti dei suoi cunti. 

Lo Chef ha parlato ai presenti del forte attaccamento al proprio territorio e alla famiglia. 

In un coinvolgente racconto, come un fiume in piena, ha ripercorso la sua vita e la sua carriera di cuoco. 

Figlio di ristoratori, il padre fu uno dei primi  ad aprire delle sale ricevimenti quando ancora i grandi eventi come matrimoni e battesimi si festeggiavano in sagrestia. 

A quei tempi racconta lo Chef  andavo a mangiare nei grandi ristoranti per capire cosa era la cucina

– Non ho fatto la scuola alberghiera, la mia crescita personale è stata la strada.

I primi anni sono stati difficili ha raccontato lo Chef, ma dopo i 30 anni d’età gli si sono presentate delle grandi opportunità che ha saputo sfruttare consacrando la sua carriera. 

Lo Chef Giuffrè è un cuoco affermato e ricercato in Italia e nel Mondo ha avuto l’onore negli anni di cucinare per Capi di stato, Reali, personaggi illustri dello spettacolo e per eventi di rilievo come il G7. 

-Quando mi chiedono cosa faccio io rispondo: lavo piatti!

Ha parlato del cuoco come un mestiere nobile che va fatto con passione e semplicità. -Più in alto si arriva più semplici si diventa. 

-I miei piatti? Pasta chi sardi, cassata e cannolo, la cucina Siciliana è un patrimonio immenso.

Durante la Master Class ha parlato tanto della mandorla e del suo grande valore per la ristorazione Agrigentina. 

Rivolgendosi ai ragazzi: -Ricordatevi che il peggior avversario siete voi stessi, io sono stato fortunato, ma la stessa fortuna può capitare anche a voi, credete nei vostri sogni, i sognatori sono persone pericolose perché c’è il rischio che i loro sogni prima o poi si avverino. 

Durante l’incontro, in onore dello Chef due alunni, coordinati dagli insegnanti, hanno preparato il Bianco mangiare un dolce antico e tradizionale dalle origini Arabe: una sorta di budino al latte che è stato servito su minestrina di agrumi Ribera, con una pralina di cioccolato di Modica e cubaita, un’olivetta di Sant’Agata, mandorle di Rizzera, una cialda di cioccolato fondente di Modica e cialda di zucchero. Un esplosione di sapori, un tour e una storia di Sicilia da raccontare. In abbinamento al dolce un vino zibibbo.  

Presente una rappresentativa dell’Istituto alberghiero Re Capriata di Licata vincitori lo scorso anno, del 1’ concorso gastronomico dedicato agli istituti scolastici alberghieri d’Italia, accompagnati dal dirigente scolastico Sergio Coniglio. 

Presente il Presidente del Consorzio Valle dei Templi Emanuele Farruggia che ha presentato il consorzio, parlando di risveglio delle intelligenze del nostro territorio, dedicando un tributo al grande Chef Schifano che ha contribuito decisamente a portare la ristorazione agrigentina a un buon livello. 

Presente e intervenuto il neo Presidente dell’Associazione cuochi di Agrigento Vincenzo Di palma che rivolgendosi ai ragazzi:

-In questo momento dovete essere la cassaforte del vostro sapere, dovete apprendere da tutti, parlate con i vostri nonni andate a scoprire le ricette passate, costruitevi una base per il futuro.

Di palma ha invitato allo studio e al rispetto per i docenti, e parlato di quanto sia importante creare unione -Dobbiamo essere un collettivo.

Alla fine della Master Class un ricco ed elegante buffet di dolci preparato dai ragazzi dell’Istituto alberghiero ha deliziato i palati dei presenti.

Mandorlara continua seguite la programmazione. 

Gerlando Carratello Food Blogger presso 

TAVULA MISA E PANI MINUZZATU

 

 

Precedente Chef Awards Legue a Gela: Il campione d’Italia di Cous cous Antonio Bellanca a rappresentare la provincia di Agrigento Successivo Mandorlara 2019: ripercorrendo le emozioni delle giornate conclusive al Palacongressi