Vellutata di cavolo rosso e stracciatella

Buongiorno e ben ritrovati nel mio blog. E’ arrivato il grande freddo, per riscaldarmi e fare il pieno di energie e di nutrienti essenziali, ho deciso di coccolarmi con una squisita e salutare vellutata di cavolo rosso, accompagnata da una sublime stracciatella e cubetti di pane casalingo tostati. Seguo molto la stagionalità dei prodotti e frutta e verdura sono quotidianamente presenti sulla mia tavola.  Per materie prime di qualità mi rivolgo ai produttori locali di campagna amica, una rete presente in tutta Italia (consiglio di cercare nelle vostre città). I prodotti a km zero migliorano la qualità della vita, costano il giusto e grazie alla filiera corta inquinano meno, con  benefici anche per l’ambiente. Sono inoltre il mezzo migliore per sostenere piccole realtà agricole e mangiare cibo italiano. Vi abbraccio tutti a presto!

Ingredienti per 6 porzioni 

500 gr di cavolo rosso

1 cipolla

1100 ml di acqua

Succo di mezzo limone

Olio Evo q.b

Sale e pepe q.b

200 gr di stracciatella

48 cubetti di pane casalingo  tostati

Procedimento

Eliminate la buccia della cipolla dorata e dopo il lavaggio tagliatela a fette. Togliete dal cavolo rosso le prime foglie esterne e buttatele (sono quelle più a contatto con l’esterno e conpossibili contaminazioni). Riducete a listarelle grossolane il cavolo rosso, staccate le coste interne dure (non utilizzabili in questa ricetta) e procedete con un accurato lavaggio.

In una pentola dai bordi alti mettete un giro d’olio Evo, aggiungete la cipolla  e fate stufare a  fiamma dolce. Inserite il cavolo rosso, girate e dopo qualche minuto versate l’acqua, regolate la fiamma e cuocere per 40 minuti mescolando di tanto in tanto.

Terminata la cottura consiglio di togliere una parte dell’acqua presente nella pentola, da inserire nuovamente in una seconda fase.

Frullate con il pimmer a immersione, aggiungete di nuovo poco per volta l’acqua di cottura tolta prima, regolando la densità della vellutata. Questo dipende dal vostro gusto personale.

E’ importante frullare bene per ottenere una base liscia e setosa.

Aggiungete a questo punto il succo di limone, per un colore vivo e intenso. E’ un ingrediente facoltativo, se non amate l’acidità potete farne tranquillamente a meno.

La vellutata è pronta, dividetela nei piatti fondi, aggiungete due cucchiai generosi di stracciatella, infine guarnite con cubetti di pane tostati e per ultimo un filo d’olio evo. Consiglio un pizzico di pepe macinato fresco per una nota decisa  in più.

 

 

 

Precedente Torta salata ricotta spinaci e salsicce Successivo Tordelli versiliesi

Lascia un commento