Crea sito

Sa panada polpette pomodori

Questo è un piatto unico tipico della Sardegna… Il ripieno cambia a seconda della zona, c’è la panada con le anguille o con agnello e patate.. buonissimi!

Io ho voluto rivoluzionare un po’ la cosa cambiandone il ripieno, anche perchè avevo del macinato da consumare, quindi ho pensato di fare una cosa diversa, perchè no! Unica cosa comune delle panade sono i pomodori secchi! Questa è deliziosa! una bella panada con polpette pomodori e carciofi.

Qui vi lascio la ricetta della pasta, uguale per tutte le panade..

Ingredienti per la sfoglia:

1 Chilo di farina

40 gr ammi di strutto (o olio)

700 grammi circa di acqua

Ripieno:

500 grammi di macinato

pomodori secchi

carciofi

aglio

1 uovo

pane grattuggiato

mollica di pane

 

Procedimento:

Per prima cosa prepariamo le polpette con l’uovo, la mollica di pane ammorbidita in acqua o latte e sale..

Friggiamle passandole prima nel pane grattuggiato..

Prepariamo la sfoglia unendo alla farina, l’olio, sale e acqua per ottenere una palla da chiudere in pellicola trasparente e mettere a riposo per circa un ora.

Puliamo i carciofi…

Stendiamo la sfoglia  e ricaviamone due dischi, uno più grande e uno più piccolo…

  Mettere carta forno o olio in una tortiera e stendere il primo disco, ora cominciamo a riempire sistemando le polpette, i carciofi, i pomodori secchi, aglio, prezzemolo e olio.. Chiudiamo ora il tutto con un altro disco di sfoglia chiudendo i bordi con le mani molto bene e sistemare una pallina di impasto in cima come se volessimo creare un coperchio..

Inforniamo a 180 gradi per un oretta circa, in modo da far cuocere i carciofi.. in alternativa un vasetto di carciofi sott’olio!…  Per la carne ci vuole circa un ora, in effetti, bisogna metterla cruda, per il pesce molto meno..

A cottura ultimata tagliare il coperchio della torta e servire tagliandola a fette, accompagnata con pezzi di sfoglia come se fosse del pane.. Tenderà a rompersi, è normale!

Bon appétit…

 

 


6 Risposte a “Sa panada polpette pomodori”

  1. La cucina sarda è assolutamente affascinante, i dolci in particolare. Una volta ho visto dei biscotti che sembravano ricamati… che meraviglia! La panada non l’ho mai assaggiata (purtroppo!) e neppure ho mai provato a farla da me. E’ complicato realizzarla in casa? Magari provo a seguire la tua ricetta, visto che la tua è proprio bella! Un abbraccione 🙂

    1. ciao Lucia! oggi ho poko tempo per girare tra i blog.. sono incasinata con il legno! altri lavori! cmq per caso ho visto il tuo commento e ti rispondo al volo! No, facilissimo! in pratica fai l’impasto della pasta phillo! io la faccio spessissmo! deve essere un po’ più doppia, nn sottile altrimenti nn regge il condimento… a me piace tantissimo con l’agnello e le patate, ma ovviamente si può usare un normale spezzatino di vitello, metti anche patate e piselli, proprio come uno spezzatino, tutto a crudo.. sempre i pomodori secchi.. e mi dirai! è come se la carne cuocesse al vapore! ottima, si mantiene umida all’interno.. con le polpette c’è meno sugo, ma io le ho fatte cuocere di meno avendo usato anche i carciofi in barattolo.. ridotto i tmpi insomma, una mezz’ora circa…. però se vuoi gustarla come si deve, carne cruda, un oretta… se dimentichi l’olio, puoi togliere il tappo del coperchio e farlo entrare da lì! poi rikiudi! ciao spero di essermi spiegata! al più presto girerò tra i blog!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.