Orecchiette pugliesi fatte in casa

Le  Orecchiette pugliesi fatte in casa sono un vero e proprio pezzo della tradizione culinaria italiana! Callose e dalla consistenza ruvida sono le protagoniste indiscusse del tipico piatto pugliese Orecchiette con le cime di rapa (CLICCA QUI PER LA RICETTA).

Oggi, grazie alla ricetta della mia amica Cristina, vi proporrò la classica ricetta pugliese, spiegata passo dopo passo! Sembra complicato all’inizio ma vi assicuro che non appena ci avrete preso la mano sarà un gioco da ragazzi, buon divertimento.

Se la ricetta delle Orecchiette pugliesi fatte in casa vi è piaciuta condividetela e seguite la pagina Facebook di Sale & Zucchero.

  • Difficoltà:
    Media
  • Preparazione:
    2 ore
  • Cottura:
    5 minuti
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Semola di grano duro rimacinata 400 g
  • Acqua tiepida q.b.
  • Sale 1 pizzico

Preparazione

  1. Versate la farina sul piano di lavoro, mettete il sale, e fate un foro al centro, aggiungete un po’ di acqua tiepida ed iniziate ad impastare gli ingredienti fino a ottenere un panetto morbido, liscio e omogeneo. Strappate un pezzetto di pasta alla volta, create dei bastoncini simili a una cannuccia, quindi tagliate il bastoncino in piccoli pezzi di circa 1 cm.

    A questo punto avvolgetelo in un panno pulito e leggermente umido o copritelo con della pellicola. Lasciate a riposo per 40 minuti.

    Una volta trascorso questo tempo, riprendete la pasta, lavoratela ancora qualche minuto.

  2. Ora, con la punta arrotondata di un coltello, fate una leggera pressione sul pezzettino di pasta appiattendolo sul piano di lavoro; senza togliere il coltello, trascinatelo lievemente verso di voi, tanto quanto basta per farlo arrotolare un po’ intorno alla punta del coltello stesso (come a formare una piccola conchiglia).

    Non vi rimane che prendere il pezzettino, staccarlo delicatamente dalla lama e fare una leggera pressione con la punta del vostro pollice sul lato opposto della gobbetta, facendola rientrare un po’.

    Man mano sistemate le vostre orecchiette su un vassoio infarinato e lasciatele asciugare qualche ora, dopo di che le vostre orecchiette saranno pronte per essere cotte!

Attenzione!!!

Versate l’acqua un po’ alla volta e aggiungetene altra solo quando l’impasto appare disomogeneo e tende a sfaldarsi facilmente. Nel caso invece esageraste con la quantità d’acqua, non vi rimane che aggiungere ancora farina.

Senza categoria
Precedente Forno statico o ventilato? Basta indecisioni, leggi qui... Successivo Chicche di patate su crema di melanzane

Lascia un commento