Trippa abruzzese

La trippa,essendo nato in questa bellissima regione, l’Abruzzo, non potra’ mai mancare sulla mia tavola.

La trippa abruzzese è forse uno dei piatti più rinomati della tradizione povera contadina, ne esistono diverse versioni: alla romana, alla fiorentina, alla napoletana ecc.

Oggi vi mostrerò come realizzare quella all’abruzzese in particolare, è nota la versione “alla pennese”, ovvero della cittadina di Penne (il mio paese) in Provincia di Pescara, ed e’ quella che preparava mia nonna e che vi mostrerò  in questa bellissima ricetta.

 

 

 

 

 

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 kg di trippa tagliata a striscioline
  • 200 g di prosciutto crudo a dadini
  • 1 l di passata di pomodoro
  • pepe nero in grani q.b.
  • 2 foglie di alloro
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 bicchiere di vino bianco
  • 1 carota
  • 1\2 cipolla
  • 1 limone
  • 3 bacche di ginepro
  • olio evo q.b.
  • peperoncino fresco q.b.
  • sale q.b.
  • parmigiano grattugiato q.b.

Preparazione:

Lavate accuratamente la trippa(io l’ho presa gia’ tagliata a striscioline dal macellaio di fiducia per accorciare i tempi di preparazione), poi lessatela in acqua bollente salata con il bicchiere di vino bianco, 1 foglia di alloro e 1\2 limone per una ventina di minuti, poi scolatela bene e mettete da parte.

In un tegame fate scaldare l’olio evo, e inserite dentro un sacchetto bucherellato(tipo quello dei confetti) tutti gli odori, pepe in grani, 1 foglia di alloro,1\2 cipolla, 3 bacche di ginepro, la carota tagliata in due, 1 spicchio d’aglio, chiudete bene il sacchetto con uno spago da cucina.

Aggiungete nel tegame anche il prosciutto crudo a dadini e fate andare il tutto un minutino, poi inserite anche la trippa lessata e la passata di pomodoro, salate e fate andare per circa due ore a fuoco lento(se vedete che si asciuga troppo, potete aggiungere dell’acqua caldo o in alternativa del brodo).

A cottura ultimata condite con parmigiano grattugiato (per chi desidera un sapore piu’ forte, può inserire il pecorino) e con del peperoncino fresco tagliato a pezzettini.

 

3 Risposte a “Trippa abruzzese”

  1. Sono un patito di trippa ma la tua è stata la migliore mai mangiata,complimenti,bravissimo.

  2. Non dici quando andrebbe messo il vino, immagino mentre soffrigge anche il prosiutto vero ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.