L’Angelica di Mr. Buch…

L’Angelica di Mr. Buch, strano nome per una ricetta vero? 😀

Mettiamola così: la forma dell’Angelica, anche se molto lontana c’è, ma Mr.Buch, chi è?

Per scoprirlo, passate dal Blog di Paoletta ideatrice di questa meravigliosa ricetta, morbida e gustosa proprio come lo zucchero filato.

Non ci credete? Basta provarlo, non vi costa niente, farete un figurone con grandi e piccini e poi potete sbizzarrirvi con il ripieno. 😉

La maggior parte nel Gruppo di facebook hanno eseguito la ricetta alla lettera, facendo delle palline ripiene a piacere, io volevo fare qualcosa di diverso per stupirvi e spero di esserci riuscita! 😉 😀

Ora passiamo alla ricetta. 😉

  • Preparazione: 4 Ore
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 6 persone

Ingredienti

  • Farina (W330) 300 g
  • Lievito di birra fresco 8 g
  • Tuorli (di uova medie) 3
  • Burro (di cui 25 gr fuso con zeste di limone,) 45 g
  • Latte 120 g
  • Acqua 30 g
  • Zucchero 45 g
  • Sale 5 g
  • Estratto di vaniglia 1 cucchiaino
  • Rum 1 cucchiaio

Preparazione

  1. Copio la ricetta di Paoletta, mettendoci anche del mio.

    Per la ricetta originale andate sul suo blog, mi raccomando! 😉

    Fai fondere 25 gr di burro con le zeste di limone e la vaniglia e tienilo da parte.
    Prepara un lievitino con tutto il latte, pari peso di farina (preso dal totale) e il lievito.
    Mescola con la forchetta, copri e usalo quando inizia a fare le prime fossette.
    Io ho aspettato circa 45 min.
    Metti il lievitino nella ciotola dell’impastatrice e aggiungi l’acqua, più farina q.b per formare una massa morbida ma legata, poi alterna in 3 volte tuorlo, zucchero e farina q.b per riportare in corda l’impasto. Impasta con la foglia e ricordati di ribaltare ogni tanto l’impasto.
    Termina con l’ultima farina rimasta, aggiungi il sale e incorda l’impasto ribaltando due, tre volte.
    Spatola i rimanenti 20 gr di burro e aggiungilo un fiocco alla volta di continuo, poi a seguire, il burro fuso con le zeste, un cucchiaino alla volta ma sempre di seguito.
    Ribalta. Aggiungi il rum a filo. Ribalta. Incorda. Fai la prova velo.
    Non lo dite a nessuno, a me la prova velo non è venuta,
    forse colpa della farina sbagliata 😀 😀 😀 
    Arrotonda e fai riposare 40’.
    Fai le pieghe di forza, le 2 di Adriano e fai riposare ancora 20’.
    Adesso arriva il bello, quì ci metto del mio 😉
    Fatto questo, ho steso l’impasto con il mattarello, impasto morbido ed elastico,
    spennellato con del burro fuso e spolverato tante gocce di cioccolato.
  2. Ho arrotolato piano l’impasto, tagliato a metà e intrecciato per fare la forma dell’Angelica.
    Per capire meglio il procedimento fate come me, cercate in rete “Torta Angelica” 😉
    Ho unito i due lembi, messo in una teglia su carta forno e spennellato con del burro fuso.
    Messo l’Angelica in uno stampo con carta forno e…
  3. lasciato lievitare per 2 ore e 30 min nel forno con la lucina accesa.
    Ecco l’Angelica lievitata.
  4. Riscaldato il forno e lasciato cuocere a 180° per 20 minuti.
    Prima di infornare l’ho spennellato di nuovo l’Angelica con il burro fuso.
  5. Appena cotta, lasciata raffreddare per 10 min e subito spolverata con dello zucchero a velo…
    PS: Dalla foto può sembrare bruciata, ma non è così, Paoletta consiglia una cottura giovane, non troppo scura, io avevo paura che fosse cruda e invece non lo è, magari potete diminuire la cottura di qualche minuto, io come prima volta ho preferito qualche minuto in più! 
    Eccola pronta, che ve ne pare?
  6. Vi mostro la fetta, forse la foto non rende giustizia, ma se avete dubbi, provare per credere! 😉

  7. Buon Appetito!!!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Ciambellone Giraffa... Successivo Dolci russi alla nocciola... Atto dietetico!

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.