Crea sito

LE VERE PITTULE PUGLIESI – RICETTA ORIGINALE

Le vere pittule pugliesi – ricetta originale tramandata dalla mia bisnonna, arrivata a me grazie alla mia adorata nonna! Le pittule leccesi sono delle palline fritte di pasta lievitata, si possono fare sia semplici sia condite con capperi, olive e pomodori, le mangiamo in Salento come antipasto, tipico del periodo natalizio, per aprire le danze ai banchetti!

Il giorno della vigilia di Natale, ho fatto l’impasto durante la mattina, all’ora di pranzo ho litigato con la mamma! Avrei voluto friggerle nel primo pomeriggio, ma lei e la nonna hanno inveito contro di me:
“le pittule devono essere fritte all’ultimo minuto, devono essere mangiate calde!”

Ebbene si! le pittule devono essere assolutamente fritte poco prima di essere mangiate, proprio per goderne della bontà da ancora calde!

  • DifficoltàMedia
  • CostoMolto economico
  • Porzioni25
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 lacqua tiepida
  • 1 cucchiaiosale grosso
  • 1 bustinaLievito di birra secco
  • 500 gfarina
  • 300 gSemola
  • 1 lOlio di semi di girasole

Preparazione

  1. Versare un litro di acqua tiepida in una coppa capiente, aggiungere un cucchiaio di sale grosso e lasciare scogliere, mescolando con una spatola. Aggiungere poi una bustina di lievito di birra secco oppure un cubetto di lievito di birra fresco. Versare pian piano 500 g di farina e 300 g di semola, sempre continuando ad amalgamare utilizzando la spatola o impastando a mano.

    Coprire con pellicola trasparente e lasciare lievitare fino a raddoppio del volume.

    Trascorso il tempo della lievitazione, porre un litro di olio in una padella per friggere. Utilizzando due cucchiai mettere la pasta nella padella creando delle palle di pasta. Girarle con una schiumarola fino a doratura, poi scolare e riporre su una spianatoia coperta con fogli di carta assorbente.

    Mangiare rigorosamente calde!

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.