Struffoli napoletani

Non potevano mancare nella mia raccolta delle ricette di Natale i miei Struffoli Napoletani. Gli struffoli sono un dolce tipicamente napoletano preparato nei giorni natalizi e di festa, cosi come i mostaccioli, i roccoco’ e la pastiera, la quale viene preparata principalmente a Pasqua, ma nella mia famiglia piace averla anche in tavola durante il periodo natalizio. In ogni pasticceria qui a Napoli sono presenti vassoi colmi di questi chicchi dorati da regalare e gustare in questi giorni colmi di calore e di sapori. E’ usanza realizzare queste palline fritte e gustose anche in casa e la ricetta, solitamente, è tramandata da madre a figlia, di generazione in generazione. Tradizione vuole che il vero struffolo debba essere di dimensioni piccole, perché cosi aumenta la superficie di pasta che entra in contatto con il miele, conferendo maggiore dolcezza all’impasto. Quest’ultimo non prevede il lievito perché le palline devono risultare croccanti. Gli struffoli napoletani vengono serviti all’interno di vassoi trasparenti e decorati con confettini (o codette) colorati e abbelliti da canditi. Per essere veri struffoli, quest’ultimi devono essere fritti…saranno anche calorici ma nei giorni di festa i peccati di gola vanno bene e poi, che struffoli originali sarebbero altrimenti? Bene, realizza i miei struffoli seguendo le spiegazione con foto correlate che ti guideranno durante l’intera preparazione!

ricetta originale struffoli napoletani
  • DifficoltàMedio
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni8 – 10 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti per gli Struffoli napoletani

Per l’impasto

  • 500 gFarina
  • 4Uova
  • 75 gBurro
  • 2 cucchiaiZucchero
  • 1 cucchiaioRum (o anice o limoncello)
  • 1Limoni (buccia grattugiata)
  • 1 pizzicoSale
  • 600 mlOlio di semi di arachide

Per decorare

  • 400 gMiele
  • q.b.Confettini colorati
  • q.b.Scorza di arancia candita (o canditi misti)

Preparazione degli struffoli napoletani ricetta originale

  1. Struffoli napoletani

    Per preparare gli struffoli napoletani inizia con il porre sul piano di lavoro la farina disposta a fontana e sistema al suo interno il burro ammorbidito tagliato a pezzetti, lo zucchero, il cucchiaio di rum, la buccia del limone e il pizzico di sale [1]

    Inizia a lavorare l’impasto con la punta delle dita fino ad ottenere un panetto liscio e omogeneo [2]

    Avvolgi l’impasto in una pellicola e lascia riposare a temperatura ambiente per circa 30 minuti. Puoi preparare il tuo impasto anche in anticipo e conservarlo in frigo, assicurandoti di estrarlo 3 ore prima di realizzare i tuoi struffoli, lasciandolo a temperatura ambiente.

  2. Struffoli napoletani ricetta originale e collaudata

    Trascorso il tempo di riposo stacca dall’impasto ottenuto un pezzetto di circa 50 gr e realizza con esso un salsicciotto strofinandolo sul piano di lavoro dello spessore di circa 1 cm [3]

    Con l’aiuto di un coltello taglia dal salsicciotto tanti pezzetti di pasta della grandezza di un cm (più piccole sono le palline meglio è) [4]

    Se hai tempo, lavora ogni pezzetto ottenuto tra le mani per ottenere tante palline. Prosegui fino a quando l’impasto non sarà finito.

  3. preparazione

    Versa ora l’olio all’interno di una padella alta e capiente e friggi le palline ottenute un po’ alla volta [5]

    Prosegui la cottura fin quando gli struffoli non risulteranno belli gonfi e dorati. Adagia i tuoi struffoli, aiutandoti con un mestolo forato,su di un piatto coperto da carta assorbente [6]

  4. preparazione

    Sciogli, a questo punto, il miele in una pentola capiente a fuoco basso [7]

    Versa gli struffoli nel miele a fuoco spento, aggiungi parte dei confettini o corallini colorati e mescola per bene affinché tutte le palline si bagnino bene nel miele [8]

  5. ricetta originale degli struffoli napoletani friabili

    Trasferisci gli struffoli napoletani all’interno di un piatto e guarniscili con i restanti confettini colorati e aggiungi la scorza di arancia candita oppure, se gradisci, frutta candita mista. Auguri!

Note e consigli

Grazie al miele, che è un conservante naturale, gli struffoli si conservano bene a temperatura ambiente anche per 10-15 giorni coperti da un foglio di alluminio;

Per una cottura più leggera puoi cuocere gli struffoli in forno preriscaldato statico a 180 gradi per circa 15 minuti, ma lo struffolo vero napoletano DEVE essere fritto, per cui utilizza il forno SOLO se lo ritieni strettamente necessario.

4,6 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Dabincucina

Il mio nome è Danila, ho 31 anni, una laurea in Psicologia e un sogno nel cassetto: condividere la mia passione per la cucina. Cucinare non è solo il mezzo che ci consente di nutrirci, ma rappresenta anche il desiderio di preparare qualcosa di buono per le persone a noi care, per sentirle più vicine a noi. Non mi occupo di cucina di alta classe, realizzo solo cose semplici fatte con accuratezza e amore. Perché "Il saper fare Semplice in Cucina" non è solamente un motto, ma il mio modo di vivere la cucina.

2 Risposte a “Struffoli napoletani”

  1. Ricetta spiegata perfettamente, già salvata, appena ho un po di tempo tra bimbi e casa in questi giorni di festa un po frenetici li provo a fare subito seguendo le foto e le spiegazioni, bellissimo complimenti 😍

    1. Eh si Lucia questi sono giorni in cui si è presi da un po di cose, ritagliati un po di tempo e provali a realizzare, è semplice te lo assicuro, grazie mille per i complimenti 🙏🤗

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.