Crea sito

Cubotti di salmone al profumo di pistacchio

Ciao a tutti! Oggi prepareremo insieme dei profumatissimi cubotti di salmone al profumo di pistacchio!
Ho preso ispirazione dal mio bagaglio dei ricordi. Ebbene si, mi sono ispirata alla ricetta della mitica Chiara Maci, che stimo ed ammiro, che preparò dei cubotti di salmone in crosta di sesamo con creme fraiche all’aneto, in occasione dello show cooking al quale partecipai qualche anno fa, in veste di vincitrice del concorso Cameo. Lo sapete però, amo sempre metterci del mio nelle preparazioni ed è per questo che il pistacchio prende il posto del sesamo e invece che accompagnare il salmone con della creme fraiche, ho preferito delle quenelle morbide e saporite. Vi sto facendo venire l’acquolina in bocca? E allora allacciate i grembiuli e via in cucina!

  • Ecco la video ricetta passo passo ->

Cubotti di salmone al profumo di pistacchio

INGREDIENTI (per 2 persone)

 

PREPARAZIONE

Prima di scottare il salmone, mi piace aromatizzarlo.
In una ciotola verso il succo di un lime, dei cubetti di zenzero fresco e dei grani di pepe schiacciati. All’interno di questa mistura aggiungo il salmone tagliato in cubotti, do una mescolata e lascio marinare per un’oretta in frigorifero.

Preparo quindi la crema per le quenelle di accompagnamento.
Verso all’interno della ciotola i fiocchi di latte; insaporisco con sale e pepe ed aggiungo l’olio, in modo tale da creare una mousse con l’aiuto di un minipimer.
Fatto ciò, lascio riposare in frigorifero fino ad utilizzo.

Quando il salmone ha marinato, senza scolarlo eccessivamente, lo passo nella granella di pistacchio, così si formerò una bella e profumatissima panatura.
Cuocio poi in una padella antiaderente, senza aggiunta di nessun grasso, per circa 2 minuti per lato.
Ovviamente i tempi di cottura dipendono molto da quanto grossi saranno i vostri cubotti di salmone.

E ora non resta che impiattare!
Ho voluto giocare con i contrasti di colore e far risaltare gli ingredienti: per questo motivo ho utilizzato un piatto nero, che mi funge da tela su cui comporre il mio piatto.

Creo una decorazione a petalo con del pesto di pistacchio; con l’aiuto di due cucchiaini realizzo delle quenelle di mousse ai fiocchi di latte e su ciascuna di esse sistemo un cubotto di salmone. Ultimo il piatto aggiungendo dei granelli di fior di sale alla liquirizia su ciascuna quenelle e ancora un po’ di granella di pistacchio.

Et voilà!

 

 

Ah e per chi volesse conoscere un po’ il racconto del meraviglioso show cooking di cui vi ho parlato poco fa, beh non vi resta che cliccare sulla foto che mi ritrae con Chiara!

 

 

 

 

 

❤ Ti è piaciuta questa ricetta? ❤
Bene! Continua a seguirmi sulla mia
pagina Facebook ANGELA PASSIONE CUCINA
per restare sempre aggiornato!!!

Qui dal mio blog puoi scaricare il testo di ogni ricetta
cliccando sul simbolo pdf presente in cima ad ogni articolo.
Se invece volete seguire la preparazione passo passo,
iscrivetevi al mio canale YOUTUBE e non ve ne pentirete!

Mi trovate anche su InstragramTwitter…. e Pinterest!
Seguimi e sarai sempre aggiornato!

Tazzine golose Ciobar

Quelle che vi propongo oggi sono delle golosissime e molto carine tazzine golose Ciobar. Come sono fatte? La tazzina è fatta con del cioccolato fondente, che racchiude un morbissimo muffin al gusto Ciobar, con bagna al caffè e farcito con crema pasticcera. Non vi preoccupate, è più facile a farsi che a dirsi, ve l’assicuro! Quest’idea com’è nata? Beh ho pensato a quanto sono buoni i muffin, ma solitamente si servono a colazione e merenda ed io volevo preparare una versione che fosse un dolcino di fine pasto, semplice ma d’effetto. Che ne pensate? Dai, su ora allacciate i grembiuli e via in cucina!

  • Ecco la video ricetta passo passo ->

Tazzine golose Ciobar

INGREDIENTI

– per 12 muffin

– per le tazzine

– per la farcitura

  • 1 bustina di preparato per crema pasticcera (si consiglia “Paneangeli”)
  • 300 g di latte intero (o 250 g di latte scremato)
  • cacao amaro in polvere q.b.

 

PREPARAZIONE

Realizzare queste tazzine golose è davvero molto semplice! Si tratta di muffin al gusto Ciobar! Eh sì avete capito bene, sono dei muffin realizzati con il preparato per fare un ottimo cioccolato caldo. Ho voluto presentare questi dolcini in una versione più carina e realizzando appunto queste deliziose tazzine tutte da mangiare! Ciò non toglie che potete anche fermarvi al primo step, ossia quello della realizzazione dei muffin e servirli a colazione o a merenda, accompagnati da un buon tè o un ottimo cappuccino.

Per prima cosa mescolo i liquidi: verso quindi in una ciotola lo yogurt alla vaniglia, l’olio e qualche goccia di aroma al caramello. Mescolo con un cucchiaio e metto da parte. In un’altra ciotola mescolo le polveri e quindi la farina setacciata, il preparato per cioccolato caldo anch’esso setacciato, lo zucchero, un pizzico di sale e il lievito vanigliato per dolci. Mescolo le polveri con una frusta. Aggiungo poi la parte liquida preparata precedentemente e amalgamo il tutto con una frusta. Lavoro con una frusta a mano: voi potete lavorare anche con lo sbattitore elettrico, ma mi raccomando di non lavorare tanto perché i muffin più li lavori più il risultato finale sarà gommoso e duro. Prima di porzionare do un’ultima mescolata con la spatola, dopodiché divido il composto all’interno dei pirottini in silicone. Ho utilizzato questi in silicone, ma potete usare la classica teglia da muffin imburrata ed infarinata oppure dei pirottini in carta. Per dividere il composto in maniera uguale ad ottenere quindi dei muffin perfetti utilizzo un porzionatore per gelato così otterrò dei muffin tutti uguali. Con le dosi che vi ho indicato vi usciranno 12 muffin di media dimensione, ma io ne ho utlizzati solo 4 per la preparazione in tazzina ed i restanti li ho serviti a colazione! Cuocio in forno preriscaldato a 180° per 15-20 minuti. Mi raccomando fate attenzione, perché come vi dico sempre ogni forno a una cottura a sé.

Per preparare la parte carina ed elegante ossia l’involucro di cioccolato fondente realizzo delle tazzine appunto in cioccolato. Sistemo in un contenitore gli stampi in silicone gli stessi che ho utilizzato per cuocere i muffin, dopodiché li riempio di acqua e sistemo al loro interno una stecca da gelato. Metto poi in freezer a solidificare. Una volta solidificata l’acqua procedo con la ricetta. Sciolgo a bagnomaria il cioccolato fondente e inizio a preparare le tazzine. Preparo il piattino su di un tappetino in silicone creando dei cerchi di 3 o 4 mm di spessore e metto da parte a solidificare. Con il restante cioccolato fondente spennello i pirottini con all’interno l’acqua surgelata, senza lasciare spazi vuoti compresa la loro base. Solidificherà quasi subito il cioccolato e quindi ripeto l’operazione per due volte per avere un guscio di cioccolato solido e resistente. Guardate il video, così è più semplice da capire e noterete con che facilità si stacca il pirottino in silicone dal guscio di cioccolato! Ecco perché ho preferito utilizzare questa tecnica. Adesso assemblo la tazzina al suo piattino. Su una padella calda sciolgo leggermente la base della tazzina e l’appoggio sul suo piattino così si attaccheranno per benino. È ora di mettere i manici alle tazzine! Io utilizzo dei cuoricini di cioccolato e sciolgo leggermente un po’ e attacco due cuoricini lateralmente la tazzina a formare il manico.

Adesso è arrivato il momento di creare la crema pasticcera: io ho utilizzato una crema buona, veloce e semplice semplice, quella della Paneangeli. Come si fa? Si aggiunge il contenuto di una bustina al latte intero o scremato. Con l’aiuto di uno sbattitore elettrico si monta per 5 minuti e la crema pasticcera è pronta!

Mi sono voluta concedere un aiutino in cucina realizzando questa crema pasticcera pronta, facile e veloce, ma potete anche farla voi. A tal proposito vi lascio alla mia ricetta della crema pasticcera con uova intere!

E adesso non ci resta che comporre le nostre tazzine golose. Ho scelto di bagnare i muffin con del caffè dolcificato a gusto. Divido a metà ciascun muffin nel senso orizzontale, come se stessi tagliando una torta. Adagio su un piatto da portata ossia quello con cui servirò il nostro dolce la tazzina di cioccolato e all’interno sistemo la base del muffin e bagno con il caffè. Farcisco con la crema pasticcera fino a riempirla a mezzo centimetro dal bordo della tazzina stessa. Bagno col caffè la cupolina del muffin dalla parte del taglio e la sistemo nella tazzina ricomponendo quindi il muffin. Ricopro la cupolina con la crema, dopodiché spolverizzo con il cacao amaro in polvere e ultimo con un cuoricino di cioccolato.

❤ Ti è piaciuta questa ricetta? ❤
Bene! Continua a seguirmi sulla mia
pagina Facebook ANGELA PASSIONE CUCINA
per restare sempre aggiornato!!!

Qui dal mio blog puoi scaricare il testo di ogni ricetta
cliccando sul simbolo pdf presente in cima ad ogni articolo.
Se invece volete seguire la preparazione passo passo,
iscrivetevi al mio canale YOUTUBE e non ve ne pentirete!

Mi trovate anche su InstragramTwitter…. e Pinterest!
Seguimi e sarai sempre aggiornato!

Biscotti cupcake

Avevo da tempo un cutter a forma di cupcake lì fermo nel cassetto della cucina.
Tra pentole ed utensili vari era lì ad aspettarmi, fino ad oggi che ho deciso di usarlo per fare questi simpatici biscotti cupcake. Si tratta di deliziosi dolcetti di pasta frolla, decorati con cioccolato fondente fuso, granella in zucchero e decori in cioccolato. La frolla usata è leggerissima, senza uova nè burro, ma molto friabile e profumata. Dai ora allacciate i grembiuli e via in cucina!

  • Ecco la video ricetta passo passo ->

INGREDIENTI (circa 20 biscotti grandi)

– per la frolla all’acqua

  • 100 g. di acqua fredda
  • 120 g. di olio di girasole
  • 1 cucchiaio di estratto alla mandorla
  • 120 g. di zucchero
  • 500 g. di farina 00
  • 1 bustina di lievito per biscotti

– per la decorazione (decorazioni “Paneangeli”)

  • 100 g. di cioccolato fondente
  • granella di zucchero
  • decorazioni in cioccolato
  • granella di nocciole
  • ciliegie candite

 

PREPARAZIONE

Oggi oltre all’idea di presentazione e decorazione di questi deliziosi biscotti cupcake, vi propongo la mia frolla all’acqua.
Questa frolla è davvero friabile e leggera, priva di burro e uova, ma vi assicuro buonissima e non ha nulla da invidiare alla frolla classica.

Potete preparare i biscotti in quantità tale da poterne avere per tutta la settimana, perchè come agente lievitante ho utilizzato il lievito per biscotti, conosciuto anche come ammoniaca per dolci, che ha un alto potenziale conservativo e conferisce friabilità a lungo termine.

Inizio quindi con la preparazione della frolla. Ho utilizzato la planetaria per realizzarla, ma potete usare anche uno sbattitore con le fruste a gancio o anche lavorarla a mano, sta a voi la scelta.

Nella ciotola della planetaria inserisco l’acqua, l’olio, l’aroma alla mandorla e lo zucchero. Monto il gancio a K ed aziono la planetaria per alcuni minuti: man mano che si misceleranno gli ingredienti e lo zucchero si scioglierà, il composto diventerà di un colore lattiginoso.

A questo punto fermo la macchina ed aggiungo tutta la farina e la bustina di lievito. Faccio andare la planetaria ancora qualche minuto, fin quando si creerà un bel panetto morbido, ma compatto.

Essendo una frolla priva di burro, non ha bisogno di riposo, per cui posso utilizzarla subito. Ovviamente potete comunque preparla in anticipo e tenerla in frigorifero fino all’utilizzo.

La frolla è pronta! La stendo col matterello ad uno spessore di 3/4 millimetri e con una formina a cupcake confeziono i biscotti e li adagio su una teglia in silicone, o anche in una teglia rivestita da carta da forno.

Cuocio in forno preriscaldato a 180° per 12/15 minuti. Non essendoci nè burro nè uova, non otterremo quella colorazione dorata data da questi ingredienti, perciò non temporeggiate tanto con la cottura in forno, rischierete solo di seccare troppo i biscotti.

Una volta cotti i biscotti, li lascio raffreddare su una gratella.

Ora è il momento di decorare! Ho voluto ricreare la decorazione della crema dei tipici dolcetti cupcake, quindi la base l’ho lasciata “pulita” e ho decorato la parte alta del biscotto. Ovviamente le immagini parlano da sole.
Ho spennellato col cioccolato fuso e con le varie decorazioni in zucchero e cioccolato, terminando con una mezza ciliegina candita: la classica ciliegina sulla torta!

Cosa ne pensate? Ci vediamo alla prossima ricetta!

❤ Ti è piaciuta questa ricetta? ❤
Bene! Continua a seguirmi sulla mia
pagina Facebook ANGELA PASSIONE CUCINA
per restare sempre aggiornato!!!

Qui dal mio blog puoi scaricare il testo di ogni ricetta
cliccando sul simbolo pdf presente in cima ad ogni articolo.
Se invece volete seguire la preparazione passo passo,
iscrivetevi al mio canale YOUTUBE e non ve ne pentirete!

Mi trovate anche su InstragramTwitter…. e Pinterest!
Seguimi e sarai sempre aggiornato!

Focaccia morbida con cipolle caramellate

La focaccia alle cipolle caramellate ci fa sempre ingolosire a me e mio marito ogni volta che la vediamo sui banchi dei fornai. Più volte la mia dolce metà mi ha chiesto di prepararla e ho fatto varie prove, fino ad ottenere il risultato che cercavo, che oggi voglio proporre a voi. Ingredienti semplici come acqua, farina, olio e cipolle, danno vita ad un lievitato alto e soffice dentro, profumato e croccante fuori. Siete pronti? Allacciate i grembiuli e via in cucina!

  • Ecco qui la video ricetta passo passo ->

Focaccia morbida con cipolle caramellate

INGREDIENTI

– per l’impasto

– per le cipolle caramellate

  • 500 g. di cipolle
  • 1 cucchiaio d”olio evo
  • sale q.b.
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • 40 g. di zucchero di canna

 

PREPARAZIONE

Preparare questa focaccia morbida con cipolle caramellate è davvero molto semplice. Io ho preferito realizzarla utilizzando la planetaria, perché così i tempi di lavorazione dell’impasto si riducono. Voi potete lavorare anche a mano ovviamente, ma dovrete metterci tanto olio di gomito.

Nella ciotola della planetaria metto la farina e il lievito di birra e do una mescolata con il cucchiaio. Aggiungo poi lo zucchero, l’olio extravergine di oliva e tutta l’acqua. Utilizzate acqua ben fredda soprattutto se lavorate con la macchina, perché l’impasto non dovrà riscaldarsi.

Lascio lavorare la planetaria a velocità media per 5 minuti. Quando l’impasto inizierà ad assumere le sembianze di una crema aggiungo il sale previsto nella ricetta e lascio lavorare ancora per 15 minuti sempre velocità media. Vi accorgerete che più la macchina lavorerà più il vostro impasto verrà a formarsi. Ci tengo a precisare che non otterrete mai un impasto a panetto molto solido e compatto, bensì un impasto soffice e leggermente appiccicoso.

Trascorsi 15 minuti di lavorazione in planetaria o se avete lavorato a mano almeno 20 minuti, lascio riposare l’impasto mezz’ora, dopodiché dopo due giri di pieghe. Fatto ciò lascio lievitare l’impasto fino al raddoppio e nel mio caso visto la temperatura della cucina, dopo due ore il mio impasto era raddoppiato.

Nel frattempo che l’impasto lievitava, mi sono occupata della preparazione delle cipolle caramellate. Le cipolle potete prepararle anche il giorno prima in quanto ci serviranno comunque fredde per farcire la focaccia.

Ho scelto di utilizzare le cipolle bianche, ma potete usare anche quelle rosse o quelle dorate. Taglio le cipolle in rondelle di circa mezzo centimetro di spessore e cercando di fare delle rondelle tutte uguali, così avremo una cottura omogenea.

In un’ampia padella verso un paio di giri di olio extravergine e verso tutte le cipolle, aggiusto di sale e lascio cuocere per circa 5 minuti portando le cipolle a una leggera morbidezza. Dopodiché sfumo con del vino bianco secco e lascio evaporare l’alcool.

Una volta evaporato l’alcool mi accingo alla caramellizzazione, aggiungendo dello zucchero di canna e portando a cottura per altri 10 minuti circa. Le cipolle dovranno essere belle dorate e morbide. Se vi dovreste rendere conto che le cipolle sono ancora crude, ma non c’è abbastanza liquido di cottura quello che vi posso consigliare è di aggiungere un paio di cucchiai di acqua calda fino a portare a cottura le cipolle. Una volta pronte le mettiamo da parte fino al momento del loro utilizzo.

Tornando all’impasto dopo due ore sarà ben alveolato, lievitato e morbido. Le dosi che vi ho dato serviranno per formare due focacce di medie dimensioni.
Calcolate che io ho utilizzato due teglie 25 x 30.

Una volta che l’impasto è lievitato, ungo la teglia e le mani questo perché sarà più facile maneggiare l’impasto che come vi ho detto risulterà molto morbido e appiccicoso. Prendo metà dell’impasto e lo stendo con i polpastrelli all’interno della teglia, farcisco con metà delle cipolle che ho preparato e procedo alla stessa maniera per la seconda focaccia.

Cuocio in forno a 220 gradi per circa 25 minuti. Mi raccomando ogni forno ha una cottura a sè e la focaccia sarà pronta quando risulterà bella dorata.

Ed ecco a voi servita questa squisita focaccia morbida con cipolle caramellate. Buon appetito!

❤ Ti è piaciuta questa ricetta? ❤
Bene! Continua a seguirmi sulla mia
pagina Facebook ANGELA PASSIONE CUCINA
per restare sempre aggiornato!!!

Qui dal mio blog puoi scaricare il testo di ogni ricetta
cliccando sul simbolo pdf presente in cima ad ogni articolo.
Se invece volete seguire la preparazione passo passo,
iscrivetevi al mio canale YOUTUBE e non ve ne pentirete!

Mi trovate anche su InstragramTwitter…. e Pinterest!
Seguimi e sarai sempre aggiornato!

 

Coppa “Candore Natalizio”

Ciao amici, sta per arrivare il Natale! Oggi prepareremo l’ultima portata del mio Menù di Natale insieme al Liquorificio Torresan di Bassano del Grappa: la coppa “candore natalizio”! Come avrete notato, si è trattato di un menù semplice, ma d’effetto!

Ho realizzato queste coppe in cui ho esaltato i colori ed i profumi del Natale. I colori, perchè il bianco candido dello yogurt ricorda la neve, che crea quelle atmosfere romantiche ed ovattate; il rosso, colore tipico natalizio è ricordato dalla gelèe  di fragole. I profumi, perchè ho aromatizzato tutto con il liquore Tajadea, ottenuto dal “taglio” della grappa di vinaccia con un infuso alcolico di corteccia di china, succo di marasca, buccia di arancia, chiodi di garofano e zucchero. Queste golose coppe candore natalizio, insieme agli scrigni di polenta al doppio gusto , al risotto cremoso ai funghi porcini e ai medaglioni glassati al miele rappresentano la mia proposta di menù di Natale. E ora….allacciate i grembiuli, salite in slitta e via in cucina!

  • Ecco qui la video ricetta passo passo ->

Coppa “Candore Natalizio”

INGREDIENTI (per 4 coppe)

PREPARAZIONE

Preparare queste golose coppe candore natalizio è davvero molto semplice!

Per prima cosa ci occupiamo della parte rossa di questa ricetta che è data dalle fragole. Dopo averle accuratamente lavate elimino il picciolo verde e le taglio in cubetti regolari. Abbiate l’accortezza di farli più o meno della stessa grandezza, perché questo inficerà sul risultato estetico del dolce.

Una volta tagliate tutte le fragole le condisco con lo zucchero ed aggiungo 25 grammi di liquore Tajadea. Do una bella mescolata e lascio riposare per circa un’ora. Questo permetterà alle fragole di rilasciare i propri succhi e di assorbire il sapore del liquore: avremo cosi delle fragole ben saporite e macerate e ne ricaveremo un bello sciroppo che ci servirà per lo step successivo.

Dopo aver fatto macerare le fragole le filtro per ricavarne il succo che metto all’interno di un pentolino. All’interno di acqua fredda sciolgo la gelatina in fogli comunemente conosciuta come colla di pesce e intanto metto a scaldare il succo delle fragole, senza però portarlo a bollore. Una volta caldo strizzo la gelatina e la sciolgo all’interno del succo.

Lascio intiepidire un po’ ma non del tutto altrimenti la gelatina inizia a rassodare. Io ho voluto creare un po’ di movimento alla coppa, facendo in modo che la gelatina solidificasse all’interno del bicchiere in maniera obliqua. Per dare la forma obliqua mi sono aiutata con dei semplici supporti per cucina: due taglieri alti e uno stampo per muffin. Ho utilizzato due taglieri sotto lo stampo per muffin, perché le mie coppe hanno un gambo molto lungo e quindi se non avessi rialzato un po’ lo stampo l’effetto obliquo sarebbe stato lieve. Posiziono quindi la coppa nell’incavatura dello stampo e lascio poggiare i gambi su di uno strofinaccio onde evitare che scivolino. Se a voi questo non interessa potete comporre la coppa lasciando il calice su di un piano dritto.

Una volta sistemate le coppe, proseguo con la preparazione del dolce.
All’interno delle fragole aggiungo ancora un 10 grammi di liquore Tajadea, perché a noi piace quel sentore fruttato che conferisce alle fragole. Dopodiché verso le fragole all’interno delle coppe, avendo cura di livellarle bene.

Intanto lo sciroppo si sarà leggermente raffreddato e con l’aiuto di un mestolino piccolo lo verso sopra le fragole e lascio poi raffreddare e quindi solidificare a temperatura ambiente.

Trascorso il tempo di solidificazione non ci resta che aggiungere la parte bianca, il candore del Natale a queste meravigliose coppe. Io ho dato questa tonalità bianca aggiungendo semplicemente dello yogurt alla vaniglia.

Adesso voglio darvi un consiglio. Se avete spazio in frigorifero per mettere tutte le coppe che servirete ai vostri invitati allora potete prepararle anche il giorno prima complete anche dello yogurt. Se invece non avete questa possibilità di spazio nel frigorifero vi consiglio di preparare il giorno prima la parte rossa quindi la gelèe di fragole e poi chiudere le coppe con della pellicola trasparente e conservarle su di un vassoio anche fuori dal frigorifero , ma pur sempre lontano da fonti di calore, perché la presenza di gelatina e dell’alcool del liquore, manterranno stabile la gelée di fragole. Lo yogurt poi lo aggiungerete al momento di servirlo, perché è sempre opportuno tenere un prodotto come lo yogurt all’interno del frigorifero. Quindi come vi ho detto una volta pronta la gelèe di fragole non mi resta che aggiungere lo yogurt e….le coppe candore natalizio sono pronte!

La bottiglia del Tajadea è stata dipinta a mano da un artigiana locale, di Bassano del Grappa…visto che bella? E….buone feste!

Concorso “In Cucina con Crème fraîche”

Concorso “In Cucina con Crème fraîche” – la cooking class

Immagine5555

 

 

Ciao a tutti! Mi chiamo Angela e sono originaria di Napoli…da settembre ho un blog di cucina… Lo trovate qui e da qualche settimana ho iniziato anche a fare video ricette…se vi va potete trovarle qui

Torniamo a noi…ahah….

Un bel dì di ottobre (2015) ero col mio plaid sulle gambe e stavo visitando il sito della dolcissima azienda Cameo… Si, lo ammetto, io adoro quest’azienda, con i mille prodotti, di ottima qualità e genuinità…prodotti che rispecchiano sempre le mie aspettative e allo stesso tempo, risultano molto versatili….dai preparati per torte, ai cuoricini per decorare….dalle speedy pizza, alla pizza burger….tutto ottimo davvero!

Spulcio un po’ dovunque all’interno del sito, fino a quando mi imbatto nella pubblicità del Concorso “In Cucina con Crème fraîche”, dove è fotografata la splendida foodblogger Chiara Maci, con gli occhietti all’insù (si, dillo Chiara, stavi fantasticando per qualche altra tua gustosa ricettina), con una padella e un barattolino della squisitissima crème fraîche.

Immagine
Chiara rappresenta per me l’eccellenza nel mondo dei foodblogger…il mio sogno è sempre stato quello di incontrarla…
In tutto ciò, la scritta “partecipa anche tu” attirava la mia attenzione….ora volete sia stato un segno del destino, volete sia stata solo una coincidenza, beh io in frigo avevo proprio un barattolino di crème fraîche Cameo…e allora cos’ho fatto?!

Mi sono seduta al tavolo, col mio barattolino, frigorifero spalancato, carta e penna alla mano e ho creato la mia ricetta….
Dopo aver avuto il “lasciapassare” del mio partner (e si, lui è la mia cavia ahah), ho pubblicato la ricetta…

Passato tutto novembre, io ormai non ci pensavo più ad una possibile vittoria, anche perchè ero una blogger da qualche mese, non credevo proprio che era già arrivato il mio momento di felicità ed invece….
….mi squilla il telefono e al mio “Pronto?” mi viene comunicato di essere tra le vincitrici del concorso! Chiusa la chiamata ho iniziato a piangere di gioia…

Da quel giorno la mia energia è triplicata al massimo ed ero sempre felice, anche nei giorni più cupi, dove il freddo invernale e la pioggia, ti mandano il morale a terra, beh io, nonostante sia metereopatica, ero strafelice!

E poi….sabato 23 gennaio 2016…il mio sogno è diventato realtà…e dopo essermi preparata, ho allacciato le cinture ed insieme alla mia dolce metà, siamo arrivati in “Dolce Casa Cameo”, lo spazio eventi della notissima azienda di prodotti dolciari!

Immagine55

All’arrivo in “Dolce Casa Cameo”, c’era ad attenderci lo staff dell’azienda, che con molta gentilezza ci ha invitati a fare colazione: torte e dolci di ogni genere, caffè e bevande alla frutta…insomma l’inizio è stato subito caloroso!

 

 

 

 

 

IMG_20160123_101643

Mentre ero lì a sorseggiare il caffè riconosco la voce di Chiara: cavolo era al mio fianco ed io non l’avevo vista…ero troppo emozionata e a dirla tutta…avevo una vergogna da paura!!!
Spinta dalla mia dolce metà, sono riuscita a presentarmi a Chiara e a chiederle una foto…(puff, respiro di sollievo!)….

 

 

 

 

 

Una rappresentante dello staff Cameo ci ha dapprima fatto i complimenti per aver vinto il concorso, poi ci ha invitati a raggrupparci per la foto di gruppo, dopodichè ci ha inviati tutti ad avvicinarci alle postazioni per iniziare così a riscaldare i motori…ops…i fornelli ihih!
Immagine55558Chiara ci ha illustrato tre ricette che lei ha appositamente elaborato per l’evento:
– Primo piatto: Mezze maniche al pesto di pistacchi, broccoli e creme fraiche
– Secondo piatto: Cubotti di salmone in crosta di sesamo con creme fraiche all’aneto
– Dolce: Brownies al cioccolato e noci con creme fraiche alla cannella

 

Dopodichè abbiamo iniziato a cucinare, partendo dal dolce, che ovviamente richiedeva più tempo per la cottura in forno.
Ogni piatto è stato immortalato e degustato con piacere da tutti, Chiara compresa!

 

cameoTerminata la cooking class, c’era ad attenderci un ricchissimo buffet di sfiziosi e ricercati finger foods: patatine artigianali, quadrotti al forno con granchio, cubotti di frittata alle erbe, mini caprese di mozzarelline e pomodori, tartare di branzino aromatizzata all’arancia e zenzero, macedonia di frutta e…tanto altro ancora!
Con grande sorpresa da parte di Chiara, finito il banchetto è entrata in scena una delicata Soffice al Cioccolato farcita con cameo Crème fraîche e lime realizzata dalla bravissima esperta pasticcera Cameo Giuliana, in onore della piccola Bianca (figlia di Chiara) che compiva due anni!

 

 

Immagine555578Si è poi conclusa la cooking class con la consegna da parte dello staff Cameo, di due foto a ciascun vincitore (una foto di gruppo, ed una singola) insieme ad un grazioso souvenir: un’utilissima scatola di latta al cui interno c’era il ricettario Crème fraîche…
Dopo aver ringraziato tutti, sono andata a stringere la mano a Chiara e le ho chiesto un autografo, che lei con molta felicità e gentilezza mi ha donato.
Immagine555555555

 

 

 

Dopodichè piena di gioia, insieme al mio compagno, ci siamo recati presso l’Hotel Nazionale di Desenzano per il check-in…eh si…oltre alla meravigliosa giornata, anche il soggiorno era compreso nella premiazione! Abbiamo trascorso così un meraviglioso week end a Desenzano.
Grazie Cameo…e grazie anche a te Chiara!

Qui trovate il video dell’evento….ciao alla prossima!

Vieni a scoprire tutte le mie ricette cliccando qui

Se ti va puoi seguirmi anche tramite la mia pagina facebook

Mi trovi anche su You Tube!

Hai provato la mia ricetta? Vuoi qualche consiglio o hai consigli da dare a me?
Lascia i tuoi commenti nello spazio apposito qui sotto

QCQPbPE