Pesche Dolci Abruzzesi

Le Pesche Dolci Abruzzesi sono dei dolcetti tipici della mia regione e non solo, pare si ipirino alla famose Pesche di Prato, preparate però con pasta lievitata, e sono diffuse anche in altre refioni italiane. Il loro nome deriva dal fatto che la forma di questi dolcetti ricorda proprio la pesca, sono composti da due gusci di biscotto morbido leggermente scavati e ripieni di crema pasticcera come vuole la tradizione o da crema al cioccolato o come nel mio caso, con della crema spalmabile alle nocciole. Il tutto viene immerso nel liquore alchermes e subito dopo tuffato nello zucchero semolato.

Nella mia regione non esiste festa, banchetto o rinfresco senza le mitiche pesche dolci, cosa state aspettando dunque, procuratevi tutti gli ingredienti e preparate anche voi le Pesche Dolci per impreziosire le vostre tavole!

ALLACCIATEVI IL GREMBIULE E COMINCIAMO!

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione40 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura12 Minuti
  • Porzioni8 pezzi
  • Metodo di cotturaForno elettrico
  • CucinaRegionale Italiana

Ingredienti

80 g uova
90 g zucchero
280 g farina 00
50 g fecola di patate
90 g burro (morbido)
7 g lievito chimico in polvere
1 g sale
2 g scorza di limone
1 baccello di vaniglia

Per il Ripieno

q.b. crema spalmabile alle nocciole

Per Decorare

q.b. alchermes
q.b. zucchero
q.b. menta (foglie)

Strumenti

1 Planetaria
1 Teglia
1 Cucchiaino
2 Ciotoline
1 Vassoio
1 Sac a poche

Passaggi

FASE 1:

Come primo passaggio tagliare il burro a cubetti e lasciarlo per un po’ a temperatura ambiente per farlo ammorbidire, lavorarlo poi in planetaria insieme allo zucchero, al sale, alla scorza di limone e ai semi di vaniglia. Aggiungere poi le uova leggermente sbattute e il latte, unire poi piano piano anche la farina, la fecola e il lievito setacciati insieme. Lavorare il tutto in planetaria con il gancio o foglia, fino a raggiungere una cosistenza simile alla frolla, leggermente più morbida.

FASE 2:

Mettere l’impasto in frigorifero per almeno 30 minuti, una volta trascorso il tempo necessario, recuperare la pasta e formare delle piccole palline da 20 grammi, sistemarle ben distanziate fra loro all’interno di una teglia ricoperta di carta da forno oppure un tappetino microforato. Cuocere i biscottini in forno statico preriscaldato a 170°C per circa 10/12 minuti, una volta pronti sfornarli e lasciarli raffreddare sopra una gratella.

FASE 3:

Una volta raffreddati, utilizzare un cucchiaino e scavare leggermente l’interno dei biscotti, stando attenti a non rompere i biscotti; con l’aiuto di una sac a poche piena di crema spalmabile alle nocciole, farcire le pesche, immergerle nell’alchermes, scolarne bene e subito dopo tuffarle nello zucchero semolato. Servirle sopra un vassoio o all’interno di picoli pirottini di carta, accompagnati da una fogliolina di menta. Ecco la mia versione delle Pesche Dolci Abruzzesi!

Aledolceale consiglia: “Le Pesche Dolce Abruzzesi ripiene di crema spalmabile alla nocciole, si conservano a temperaura ambiente per circa 3 giorni all’interno di un contenitore con chiusura ermetica. Volendo è possibile sostituire il ripieno con della crema pasticcera al limone, oppure della crema al pistacchio; buon appetito!”

/ 5
Grazie per aver votato!