Pesto di salvia e briciole

Dopo i pici all’aglione, i pici alle briciole…ma in una versione non tradizionale. La ricetta è pici al pesto di salvia e briciole di pane, almeno così indicava il menu di un ristorante di Arezzo dove li abbiamo mangiati (Bacco e Arianna, se non sbaglio).

I pici in un pesto rivisitato!

E noi ci riproviamo, anche se il mio pesto è venuto fuori più denso e cremoso… Ho usato tutti gli ingredienti base di un pesto, quindi aglio, parmigiano (e pecorino), pinoli, ma sostituendo il basilico con la salvia (anche se io qualche foglia di basilico l’ho messa lo stesso); e si aggiungono le briciole di pane tostate.

  1. Ho iniziato frullando la crosta di una fettina piccola di pane (e anche se era piccola sono venute anche troppo briciole :D). Le briciole le ho messe in una padella e fatte abbrustolire (senza olio) per qualche minuto a fiamma media. In alternativa si può tostare il pangrattato, magari meglio se non finissimo ;). Se – come è successo a me – il pane vi sembra troppo, toglietene una parte, potrete sempre ri-aggiungerlo.
  2. Ho preso poi una decina di foglie grandi di salvia e 3 di basilico, le ho messe nel mixer con ½ spicchio d’aglio, due pezzetti di parmigiano e percorino, circa 15 gr ognuno, 2 cucchiai di pinoli, 25 ml di olio, due cucchiai di latte e sale. Ho frullato tutto.
  3. Quando mancano 5 minuti alla fine della cottura della pasta ho versato il pesto alle briciole in padella a fuoco spento, e aggiunto 2 mestolini di acqua di cottura (a me il pesto la prima volta è venuto salato e ho ripiegato sull’acqua “sciapa” del rubinetto, quindi assaggiatelo prima!).
Le mie briciole erano un po’ troppe…infatti ne ho eliminato la metà!

Ingredienti per circa 250 gr di pici (teoricamente per 3 ma noi li abbiamo spazzolati in 2 :D):

Aggiungete sopra qualche pinolo intero, e un po’ di briciole
  •  10-12 foglie di salvia grandi e 3 di basilico
  • ½ spicchio d’aglio
  • 15 gr di parmigiano e 15 gr di pecorino
  • 2 cucchiai (20 gr) di pinoli
  • 25 ml di olio
  • 2 cucchiai di latte
  • Sale
  • Un pezzetto di pane raffermo frullato al mixer (solo la crosta)

Precedente Tagliata di tonno, ricetta antistress Successivo Gelato vaniglia e cioccolato fondente