I “cudduri” della nonna

Image-1

I “Cudduri” della nonna

Ecco un dolce pasquale simbolo dell’antica tradizione dolciaria siciliana. Le mie nonne ne preparavano una per ogni nipote ed era una festa riceverle le adornavano con cioccolatini ed era quasi un peccato mangiarle! I fidanzati le portavano in regalo alla donna amata, le donne di casa le preparavano per i loro mariti; ingredienti poveri: acqua, farina, uova, ma che infondevano una ricchezza d’animo d’altri tempi!

PentoladOro
PentoladOro
PentoladOro
PentoladOro
cuddura1
PentoladOro

 

Ingredienti:

  • 600 gr di farina 00
  • 5 gr di sale
  • 10 gr di zucchero
  • una bustina di vaniglia
  • 3 gocce di cannella in acqua
  • 1 bicchiere e mezzo di latte
  • uova sode per decorare.

Preparazione: Per prepapare queste deliziose “Cudduri della nonna” iniziate ad impastare tutti gli ingredienti insieme fino ad ottenere una pasta ben soda e facilmente modellabile; se occorre aggiungere ancora qualche goccia di latte se l’impasto risulta troppo asciutto. A questo punto potete dare sfogo alla vostra fantasia, realizzando le forme che più vi aggradano, stendete la pasta in modo da avere uno spessore di circa mezzo centimetro e create le vostre “Cuddure”, potete utilizzare delle pinzette, forbicine, stuzzicadenti e quanto altro possibile a realizzare forme e decori. Infornare in forno ben caldo alla temperatura di circa 180° e sfornare appena saranno ben dorate.

Precedente Sformatini di riso, farro e orzo alle verdure Successivo Tiramisù alle fragole

2 thoughts on “I “cudduri” della nonna

Lascia un commento