Crea sito

Crema di lenticchie con gamberoni al cognac

In questi giorni sento il bisogno di preparare piatti leggeri per ridurre l’assorbimento di calorie e rientrare quanto prima nel mio peso forma. Se volete ritrovare voi stessi, questo piatto fa al caso vostro, bello da vedere e buono da mangiare. Una preparazione decisamente delicata data dalla crema di lenticchie, in contrasto con la nota croccante del pane al timo, esaltata dalla dolcezza dei gamberoni, con un sentore leggero di cognac che non gusta per niente.

Spero che questo piatto possa essere gradito, un abbraccio a tutti e alla prossima ricetta!

Ingredienti per 4 persone

500 gr di lenticchie di colfiorito
1,5 litri di acqua calda
200 gr di pomodoro pelati Mutti
70 gr di battuto di sedano carota e cipolle
sale timo prezzemolo pepe q.b
1 spicchio d’aglio
olio Evo q.b
8 gamberoni freschissimi
15 ml di cognac
1 fetta di pane casalingo raffermo

Lavate le lenticchie per eliminare eventuali impurità. Mettete sul fuoco una casseruola dai bordi alti con un filo d’olio Evo, il trito aromatico di sedano carota, cipolle e fate stufare il battuto dolcemente. Unite le lenticchie e una volta insaporite dagli odori, aggiungete i pelati precedentemente schiacciati con una forchetta. Spolverate prezzemolo tritato quanto basta per conferire sapore, portate avanti la cottura a fuoco basso per 10 minuti.

Inserite l’acqua bollente, salate e pepate q.b, cuocere per 30 minuti girando spesso. Le lenticchie assorbono molta acqua, abbiate cura di seguire la casseruola, aggiungete se necessario ancora dell’acqua bollente. Molto dipende dal tipo di lenticchia che utilizzate, quelle piccole cuociono prima e basta 1,5 litri di acqua (come indicato in ricetta). Lenticchie grandi richiedono più liquidi, in questo caso considerate 200 ml di acqua in più e 10 minuti di cottura oltre i 30 indicati.

Poi affidatevi al gusto non si sbaglia mai, assaggiatele e quando sono pronte, irrorate un filo d’olio Evo, spegnete il fuoco e frullatele con il pimmer a immersione, fino ad ottenere una crema liscia. Coprite e conservate la crema al caldo. Se la passate attraverso un setaccio rimarrà ancora più fine e vellutata, a me piace rustica.
Tagliate a cubetti regolari la fetta di pane, fate riscaldare una padella antiaderente, aggiungete mezzo cucchiaio di olio Evo, dopo i pezzetti di pane e appena caldi, regolate di timo tritato sale e pepe (per tostarli basta 1 minuto).

Lavate e pulite i gamberoni, eliminate il filo intestinale e teneteli da parte. In una padella versate un filo d’olio Evo, aggiungete l’aglio in camicia e fate prendere calore. Inserite i gamberoni e a fuoco vivace cuocere 1 minuto per lato, regolate di sale e pepe. Alzate la fiamma, irrorate il cognac e flambate. In alternativa se avete timore della piccola fiamma nella padella, lasciate semplicemente evaporare l’alcool (bastano pochi secondi), regolate con pochissimo prezzemolo fresco tritato.

Servite la crema di lenticchie nei piatti con qualche cubetto di pane tostato, al centro adagiate una testa del gamberone, con il relativo corpo accanto, infine sgusciate il secondo busto del carapace, inseritelo in piedi (vedi foto) lasciando del guscio solo la coda. Per terminare un filo d’olio Evo se gradito.

Correte a tavola e degustatela calda….. buon appetito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.