Frittata di maccheroni… rivisitata!

La frittata di maccheroni è un MUST a Napoli. Nasce dall’esigenza di riutilizzare la pasta avanzata (a casa nostra soprattutto quella della domenica, giorno in cui si cucina sempre troppo). Ognuno la fa a modo suo, può essere al sugo (vedi pasta al ragù avanzata) o bianca (in questo caso molti aggiungono la besciamella per evitare che sia troppo asciutta). La frittata di maccheroni a Napoli però è fritta ed io le fritture le evito… sempre e comunque quindi anche la mia frittata di maccheroni viene cotta al forno 🙂 Questa volta non avevo il sugo avanzato nè mi andava di farlo per l’occasione e ho optato per la versione bianca ovviamente con le mie modifiche.

Ingredienti per 2 persone:

250 gr di linguine

una noce di burro

100 gr di panna di soia

un po’ di latte (opzionale)

2 uova

formaggio filante (io galbanino)

parmigiano grattugiato

speck

Ho cotto la pasta, scolata al dente. Aggiunto subito la noce di burro e un po’ di latte per lasciarle umide. Intanto ho sbattuto le uova, salato, aggiunto parmigiano, formaggio tagliato a dadini, lo speck e ho versato sulla pasta una volta raffreddata. Ho poi versato la panna e mescolato bene, versato il tutto nella mio plumcake di silicone ed informato per 20 minuti circa a 180-200° (forno caldo).

Semplice e buonissima… l’ho mangiata oggi a pranzo ed era veramente saporita e soprattutto non asciutta/secca come si potrebbe immaginare dato la cottura al forno, provare per credere!

Buona cucina a tutti,

Ilaria 

Ps. se non volete usare la panna di soia, potete tranquillamente usare una panna da cucina qualsiasi (quella di soia è più leggera) o volendo strafare allora sostituite con la besciamella come fanno le rosticcerie napoletane!

 

Plumcake con olio ed acqua

Questo weekend, oltre ad aver sfornato crostata di marmellata e pizza, ho fatto anche un plumcake soffice (ma davvero soffice!!!) con gocce di cioccolato. Anche qui si possono riciclare le uova di pasqua oppure non utilizzare la cioccolata ma solo aromi (vaniglia, limone, arancia). Insomma prendete la ricetta base e personalizzatela come preferite.

Ingredienti:

200 grammi di zucchero

250 grammi di farina

130 grammi di acqua

130 grammi di olio

3 uova

una bustina di lievito

aromi a piacere

(Il mio era con gocce di cioccolato)

Procedimento:

Lavorare le uova con lo zucchero fino ad avere un composto spumoso, aggiungere l’olio e l’acqua a filo. Aggiungere un cucchiaio alla volta la farina, poi il lievito e gli aromi. Se avete deciso di farlo con le gocce di cioccolato, queste vanno aggiunte alla fine.

Cuocere a forno caldo (180°) per 45 minuti (non dimenticate la prova stecchino asciutto).

Ps. Ora che ho trovato questa ricetta, non la mollerò più 🙂 Qui la ricetta originale.

Buona cucina a tutti,

Ilaria

Crostata ricotta e cioccolato

Una collega, subito dopo pasqua, mi ha donato delle uova di cioccolato chiedendomi di utilizzarle per un dolce da gustare in ufficio. Avevo da tempo voglia di provare la ricetta della crostata con ricotta e ho colto la palla al volo. Con le opportune modifiche alla ricetta trovata in rete, il risultato è stato ottimo. L’ho mangiata anche io molto volentieri nonostante non sia un’amante del cioccolato 🙂

Per la pasta frolla:
•    350 g di farina
•    100 g di  burro o margarina
•    100 g di zucchero
•    2 uova
•    1 pizzico di sale
•    1 cucchiaino lievito per dolci

Per il ripieno:
•    250 g di ricotta
•    1 uovo
•    50 g di zucchero
•    cioccolato a latte (se usate quello fondente, bisogna aumentare a circa 100gr lo zucchero)

Ho fatto la frolla come ti consueto mettendo la farina, lo zucchero, il pizzico di sale ed il lievito nella ciotola tritatutto del mio Kenwood  Ho aggiunto il burro freddo tagliato a pezzetti e iniziato a lavorare.  Ho poi aggiunto le uova e lavorato fino a quando non si è formata la palla (Se lavorate a mano, lavorate tutti gli ingredienti insieme fino a completamento assorbimento della farina e del burro). L’ho poi avvolta nella pellicola e lasciato in frigo per circa 30 minuti (come tutte le frolle che si rispettano).

Intanto ho lavorato la ricotta con zucchero ed uova per avere una crema.

Poiché avevo deciso di fare una base sottile, tra due fogli di carta da forno e l’aiuto del mattarello ho steso due dischi sottili. Ho messo il primo nella pirofila, ho versato la crema di ricotta, ho aggiunto la cioccolata tagliata a pezzetti (non troppo piccoli, non serve) e ho poi ricoperto con l’altro disco di frolla.

Ho infornato per circa 30-40 minuti (fino a doratura della frolla) in forno già caldo (200°). Se necessario (tipo parte superiore troppo dorata ma base ancora cruda) coprire con un foglio di alluminio e lasciare cuocere fino a doratura completa.

Servire calda o fredda, è ottima in entrambi i modi 🙂 Si mantiene in frigo per 3-4 giorni (consiglio in frigo data la presenza della ricotta) .

Buona cucina a tutti,

Ilaria

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...