Coda alla Vaccinara

Oggi voglio proporti un grande classico della cucina romana, la coda alla vaccinara. Un piatto unico, capace di valorizzare al massimo un taglio normalmente considerato di scarsa qualità: la coda.

  • Preparazione: Minuti
  • Cottura: Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni:
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 1,5 kg Coda di manzo o vitello
  • 100 g Lardo o guanciale
  • 1 Carote
  • 1 Cipolle
  • 1 pianta Sedano
  • 1 kg Polpa di pomodoro
  • 1 spicchio Aglio
  • 1 bicchiere Vino bianco secco
  • q.b. Sale e pepe
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Prezzemolo

Preparazione

  1. Per prima cosa taglia la coda in pezzi di 3/4 cm, lavali e lasciali bollire per 10 minuti in acqua salata. Nel frattempo prepara un trito con lardo, prezzemolo, aglio, cipolla e carota. Fai rosolare bene e a lungo il trito in un tegame con un po’ di olio. Dopo aver fatto rosolare, aggiungi i pezzi di coda e falli rosolare assieme al trito. Quando la coda sarà ben rosolata sfuma con mezzo bicchiere di vino bianco secco e aggiungi il sale insieme al pepe. Dopo che l’alcool sarà evaporato (ti conviene annusare per percepirne l’odore, se è ancora troppo forte e marcato vuol dire che non è ancora evaporato), aggiungi il pomodoro e lascia cuocere a fuoco lento con un coperchio. Mi raccomando, mescola di tanto in tanto e allunga con un po’ di acqua calda altrimenti la carne potrebbe attaccarsi! La carne sarà pronta quando tenderà a staccarsi dall’osso. A questo punto prepara il sedano tagliandolo a pezzetti, versalo nel tegame e lascia cuocere ancora una mezz’ora.

Ti consiglio

Ti piace la cucina molto profumata? Potresti dare un tocco finale aggiungendo negli ultimi minuti di cottura cannella, noce moscata e maggiorana.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Spaghetti cacio e pepe Successivo Risotto con zucca, gamberetti e zenzero

Lascia un commento