Babbaluci a picchipacchi, lumache con sugo | Ricetta siciliana

Babbaluci a picchipacchi, una ricetta tipica siciliana, questa precisamente è palermitana, a Palermo si usano cucinarle anche in giro per le strade a Santa Rosolia, sono delle lumache fatte con del sugo di pomodoro con abbondante basilico, molto saporite.

Questa ricetta è buona con qualsiasi qualità di lumache ma nasce con i babbaluceddi cioè le lumachine, la qualità più piccola, si trovano perlopiù nel periodo estivo.

Per sapere come spurgarle, cuocerle ecco qui un mio articolo che spiega tutto nel dettaglio https://blog.giallozafferano.it/saporediarianna/come-cucinare-le-lumache-di-terra-lumachine-bollite/

 

babbaluci a picchipacchi
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    60 minuti
  • Cottura:
    30 minuti
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • lumache (quelle che preferite) 1 kg
  • Pomodori pelati (o sugo di pomodoro fresco) 500 g
  • cipolla 40 g
  • Basilico 10 foglie
  • olio, sale, pepe e zucchero q.b.

Preparazione

  1. Per la realizzazione dei vostri babbaluci a picchipacchi, lumache al sugo, dovrete per prima cosa provvedere a far spurgare le lumache, in questo mio articolo ho spiegato passo passo come fare, dovrete farle spurgare con un po’ di pasta qualche giorno e poi sbollentarle più volte, prima dell’ultima cottura nel sugo.

  2. Una volta preparate le lumache, passate alla cottura del sugo di pomodoro.

    Un sugo molto semplice e veloce da preparare, fate un fondo di cottura con olio e cipolla tagliata finemente, aggiungete i pelati (meglio se passata di pomodoro fresco) aggiungeteun po’ di acqua, un pizzico di zucchero che vi aiuterà a togliere la parte acida del pomodoro, un pizzico di sale e un pizzico di pepe.

    Lasciate cuocere per circa 15 minuti, girate di tanto in tanto, se si asciuga troppo aggiungete un pochino di acqua. A metà cottura aggiungete le foglie di basilico.

    Passati i 15 minuti mettete le lumache che avrete sgocciolato, lasciate cuocere una decina di minuti, assaggiate e sistemate di sale e di pepe.

    I vostri babbaluci a picchipacchi sono pronti…tante buone lumachine pronte da ciucciare coe da tradizione.

    Un detto siciliano dice “Babbaluci da sucari e fimmini da vasari mai ti ponnu saziari” 

    ciaooo

Note

Seguitemi anche sulla mia pagina facebook Sapore di Arianna

Precedente Polpette di zucchine in padella Successivo Melanzane al forno con menta, limone e aceto balsamico.

Lascia un commento

*