Crea sito

Polpette fritte

Amo essere svegliata dal profumo del caffè. Il suo profumo è così inebriante che in un attimo comprendi che la tua giornata è appena cominciata. 

Amo essere svegliata dal profumo del caffè tutti i giorni, tranne la domenica. La domenica preferisco il profumo del sugo che bolle piano e quello ancor più intenso delle polpette calde che mi attendono lì sulla cucina. Accanto alla caffettiera.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 15 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • Macinato vitello 350 g
  • Panino di semola 1
  • Uovo 1
  • Parmigiano reggiano grattugiato 100 g
  • Sale q.b.
  • Pepe nero q.b.
  • Prezzemolo q.b.
  • Aglio 1 spicchio
  • Olio extravergine di oliva (Per friggere)

Preparazione

  1. Per preparare le polpette fritte la prima cosa che dovrete fare é mettere in ammollo il panino.

    In una terrina unite alla carne macinata un uovo, il parmigiano reggiano grattugiato, il sale  il prezzemolo tritato, l’aglio e una spolverata di pepe nero macinato al momento.

    Eliminate la crosta del panino e strizzatelo con le mani fino ad eliminare tutta l’acqua. Unite il panino alla carne macinata e amalgamate tutti gli ingredienti con le mani.

    Prelevate una piccola parte del composto e dategli la forma di una polpetta. Continuate fino a terminare l’impasto facendo attenzione a non incorporare nelle polpette lo spicchio di aglio che servirà solo ad aromatizzare leggermente.

    Passate le polpette nel pangrattato e friggete in abbondante olio di oliva. Adagiate le polpette fritte su un foglio di carta assorbente per eliminare l’olio di oliva in eccesso.

    Le polpette fritte sono pronte per essere servite.

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Testadirapa mceleste

Eccomi qua, a chiacchierare e cucinare, ad assecondare l'istinto di fare ciò che mi piace. Perché nella vita bisogna sempre cavalcare l'onda di ciò che ci da emozione. Senza di essa, meglio cambiare mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.