Crea sito

Focaccia ripiena

C’è una cosa che in cucina mi ha dato davvero filo da torcere: la focaccia.

A volte era dura, altre volte poco lievitata, altre volte ancora dura e dal sapore di lievito di birra. Praticamente un disastro. Nonostante i ripetuti fallimenti, non mi sono mai arresa. Ho continuato imperterrita ad impastare fino a quando non ho visto la mia focaccia diventare fragrante e piena di bolle.

Ero incredula e soprattutto non riuscivo a credere che fare una focaccia degna di tale nome fosse così semplice. Volete sapere qual è il segreto? È semplicemente l’idratazione. Già perché nella focaccia l’acqua va messa piano piano. Dovrete sentirla completamente assorbirsi all’impasto e continuare così fino a quando pensiate che possa bastare. Già perché non c’è una dose precisa .. O meglio io non utilizzo la bilancia .. Ma vado a “sentimento”, mi affido all’occhio e più di tutto al tatto.

In linea di massima tuttavia le dosi sono più o meno queste.

  • DifficoltàMedio
  • CostoBasso
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Porzioni2 Focacce
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 500 gFarina di grano duro
  • 400 mlAcqua
  • 3 gLievito di birra
  • cucchiaiSale
  • 1 spicchioAglio
  • 2 cucchiainiPeperone crusco in polvere
  • 100 gCime di rapa
  • q.b.Olio extravergine di oliva

Preparazione

  1.  

    Per preparare la focaccia utilizzate una ciotola capiente in cui verserete la farina setacciata e il pezzetto di lievito di birra. Se come me non disponete di una planetaria, mescolate con le mani e cominciate a versare lentamente l’acqua tiepida.

    Formate un primo panetto e aggiungete il sale. Continuate ad aggiungere l’acqua e ad impastare energicamente con le mani. Continuate ad aggiungere l’acqua solo quando la precedente è stata completamente assorbita dall’impasto che dovrete avvertire elastico al tatto.

    Continuate ad impastare e ad aggiungere l’acqua fino a quando non vedrete l’impasto staccarsi dalle pareti della ciotola e raggiungere una consistenza molliccia ma elastica.

    Coprite la ciotola con della pellicola e lasciate riposare per 12 ore.

    Trascorso questo tempo dividete l’impasto che avrà quasi triplicato il suo volume in due parti.

    Trasferite una parte di impasto in una teglia ampia e  coperta di olio extravergine di oliva. Attendete qualche minuto e stendete l’impasto  con le mani fino a coprire tutta la teglia. Lo spessore dell’impasto dovrà essere molto sottile.

    In un ampio tegame antiaderente soffriggete uno spicchio di aglio in camicia in due giri di olio extravergine di oliva. Aggiungete mezzo cucchiaio di peperone crusco in polvere e le cime di rape precedentemente lessate e salate.

    Eliminate l’aglio e fate amalgamare le rape al peperone crusco. Togliete dal fuoco e fate raffreddare.

    Coprite l’impasto della focaccia con le rape spadellate. Arrotolate l’impasto su stesso a mo’ di strudel.

    Lasciate riposare un’altra oretta.

    Infornate alla temperatura massima e riponete direttamente sul fondo del forno. Quando la base della vostra focaccia ripiena sarà diventata dorata trasferite la focaccia ripiena a mezza altezza.

    Fate dorare la focaccia ripiena in superficie e sfornate.

     

     

     

  2. Ai più attenti non sarà sfuggito che avevamo diviso l’impasto in due parti..  Tranquilli non me ne sono di certo dimenticata.. Eccolo qui!

Note

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Testadirapa mceleste

Eccomi qua, a chiacchierare e cucinare, ad assecondare l'istinto di fare ciò che mi piace. Perché nella vita bisogna sempre cavalcare l'onda di ciò che ci da emozione. Senza di essa, meglio cambiare mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.