Supplì di Grano Farro ripieni ai Carciofi e Moscardini

Questo di certo non è il classico supplì. Ma è una ricetta originale, divertente, ma soprattutto golosa. Seguite tutti i passaggi e vi ritroverete ad assaggiare una versione tutta alternativa del supplì. Perfetto come antipasto, aperitivo o da servire su un bel buffet, il mio supplì al grano farro sarà una piacevole sorpresa! #fidatevidikicca

  • DifficoltàMedia
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione2 Ore
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàAutunno

Ingredienti

200 g farro perlato
q.b. sale grosso

PER LA BESCIAMELLA

250 ml latte
25 g burro
25 g farina 00
1/2 bustina zafferano (In polvere)
100 g pecorino (Grattugiato )

PER IL RIPIENO

100 g moscardini
2 carciofi
q.b. sale
q.b. pepe
prezzemolo tritato (Un ciuffetto )
1 spicchio aglio

PER LA FRITTURA

2 uova (medie)
q.b. sale
pangrattato
q.b. olio di semi (Per friggere)

Strumenti

Dose per 10 Supplì

Passaggi

Per prima cosa dedicatevi alla besciamella.

In un pentolino mettete a scaldare il latte. In un altro pentolino, fate sciogliere il burro , incorporate quindi la farina, mescolando energicamente per non formare grumi. Quando il latte avrà sfiorato il bollore, unitelo al composto aggiungendo anche un pizzico di sale, lo zafferano e il pecorino. Continuate a mescolare fino a raggiungere una consistenza densa e cremosa. Lasciate raffreddare completamente la besciamella in una ciotola.

Sciacquate il farro in acqua fredda poi, seguendo le istruzioni sulla confezione, mettete a cuocere sul fuoco con una bella manciata di sale grosso in base ai tempi suggeriti (in genere ci vogliono 25/30 minuti).

A fine cottura, condite il farro con la besciamella.

Infine, disponetelo su una teglia larga a raffreddare completamente.

Ora dedichiamoci al ripieno.

Pulite i carciofi e i moscardini e tagliateli a piccoli tocchetti, come a formare una sorta di ragù. Metteteli a cuocere in un tegame con l’aglio, un filo di olio EVO, un pizzico di sale e di pepe e un ciuffetto di prezzemolo che aggiungerete a cottura ultimata.

È il momento di comporre il supplì.

Sul palmo della mano, disponete un mucchietto di farro, oramai freddo e compatto, formando un piccolo incavo nel centro, nel quale dovrete mettere un po di ragù ai moscardini e carciofi. Coprite con un altro po di farro e formate una pallina.

Immergete nell’uovo sbattuto il vostro supplì è impanatelo nel pan grattato. Ripetete nuovamente questa procedura per una doppia panatura davvero croccante.

Intanto mettete l’olio di semi in un pentolino dai bordi alti a fuoco medio. Quando sarà bollente (130° gradi se avete il termometro o immergendo uno stecchino per verificare se friccica) , immergete i vostri supplì, facendoli dorare completamente. Scolare su carta assorbente, salare e servire ancora caldi.

CONSIGLI

Potete preparare i supplì anche il giorno prima e conservarli in frigo, ma andranno comunque cotti all’ultimo momento.

Se siete vegetariani, potete sostituire i moscardini con un altro carciofo.

Per renderli più golosi, potete abbinare in accompagnamento una salsa cacio e pepe (come ho fatto io!), un pesto di basilico o un sughetto fresco al pomodoro.

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.