RAVIOLI STELLA AL PROFUMO DI ZUCCA

img_5124RAVIOLI STELLA AL PROFUMO DI ZUCCA, sono proprio bellini. Io amo paaricciare, ma amo anche provare, uscire un po’ dagli schemi e cosi ecco qual i mie ravioli a forma di stella.Questo e’ il tempo della zucca, che amo davvero molto, cosi mi sono regalata un bel piatto di stelline al profumo di zucca. Ho utilizzato le farine dei MOLINI DEL PONTE. farine di grani antichi di Sicilia, e devo dire che e’ stato un successone. Poter utilizzare ingredienti di altissima qualita’ e’ un privilegio. Ho utilizzato anche l’ olio extra vergine di oliva del Frantoio Oleario Bitontino Minenna, un olio che arriva dalla Puglia, prodotto con cura e amore dalla famiglia Minenna, che con dedizione porta avanti un prodotto di altissima qualita. Ho servito questo ravioli su un piatto meraviglioso dell’ Azienda GMA serigrafia, che fa prodotti spettacolari per rendere la nostra tavola e la nostra casa un ambente accogliente. Ecco la mia ricettina 

ingredienti per preparare i ravioli stella al profumo di zucca

per la pasta fesca 

° 500 gr di farina di grano duro MOLINI DEL PONTE

° 5 uova

° 2 cucchiai di olio extra vergine di oliva Frantoio Oleario Bitontino Minenna

° pizzico di sale

° pizzico di pepe

° acqua qb

Procedimento per preparare la pasta per i ravioli stella al profumo di zucca

per la pasta, mettiamo in una terrina la farina, le uova, il sale, il pepe e iniziamo ad amalgamare tutti gli ingredienti. Siccome questo tipo di farina tende ad assorbire molti piu’ liquidi, se vediamo che la pasta resta dura, basterà’ aggiungere un po’ di acqua. Una volta pronta, la avvolgiamo nella pellicola trasparente e la lasciamo riposare per qualche minuto,  la sentiamo e procediamo poi a riempirla con il ripieno. di cui adesso vi spiego il procedimento.

° per il ripieno

° 500 gr di ricotta di pecora

° 500 gr di popa di zucca

° sale

° pepe

° noce moscata

° 150 gr di parmigiano

° 1 uovo

procedimento

cuociamo la zucca in forno a 120 gradi, cosi sara’ piu’ facile pulirla,  e cosa importante manterrà tutte le sue caratteristiche nutrizionali. Una volta pronta la frulliamo e la andiamo ad aggiungere alla ricotta, formaggio, sale, pepe, noce moscata e uovo. Otterremo un bel composto omogeneo, che io ho trasferito nella sac a poche per poi riempire la pasta. Adesso possiamo procedere, stendiamo la nostra pasta, mettiamo tanti ciuffetti di ripieno, distanziandoli, copriamo con dell’ altra pasta e con un taglia biscotti formiamo le stelline. Cuoceranno in pochissimi minuti una volta pronte.

° per il sugo

° 200 gr di pancetta affumicata dolce

° 400 gr di salsa di pomodoro

° spicchio di aglio

° 1/2 bicchiere di vino rosso

° olio extra vergine di oliva Frantoio Oleario Bitontino Minenna

° procedimento

il sugo e’ semplicissimo, i un tegame mettiamo dell’ olio e uno spicchio di aglio schiacciato, facciamo sfrigolare, togliamo e aggiungiamo la pancetta, sfumiamo con il vino e lasciamo insaporire con sale e pepe. Lasciamo in disparte fino a quando non avremo cotto i nostri ravioli Vi ho messo anche la versione con sugo bianco per la ricetta potete cliccare qui Visto che mi erano avanzati li avevo congelati e riutilizzati in un secondo momento, questo per dirvi che se li congelate poi potete cuocerli senza problemi. SE TI PIACCIONO LE MIE RICETTE PASSA DALLA MIA PAGINA FB TI ASPETTO

In cucina con Frollina

PER SERVIRE piatto  GMA Ispirato al cambiamento delle stagioni, la collezione Stonecast è ideale per dare alla tua tavola uno stile davvero unico.Ogni piatto viene dipinto singolarmente a mano restituendo a ciascun pezzo l’unicità che caratterizzerà la tua tavola.

img_5136

img_4514

Pubblicato da katiamontomoli

SONO UNA MAMMA CHE LAVORA,, CHE A VOLTE HA POCO TEMPO PER DEDICARSI ALLA CUCINA, ECCO QUESTO BLOG, SENZA TANTE PRETESE, E' PER CHI COME ME AMA PASTICCIARE, MA NON SEMPRE PUO'' FARLO. RICETTE SEMPLICI, ANCHE DELLA TRADIZIONE, ALLA PORTATA DI TUTTI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.