Crea sito

Taralli calabresi morbidi all’anice

I taralli calabresi morbidi all’anice sono dei dolci lievitati e gustosi tipici della mia bella Calabria. Sono di semplice esecuzione come tutte le ricette di una volta che preparavano le nostre nonne e, inoltre, sono golosissimi.
I taralli morbidi all’anice sono perfetti per fare colazione. Quand’ero bambina, ma lo faccio ancora oggi che sono adulta, li inzuppavo nel latte e posso assicurarvi che sono una vera delizia per il palato. Sono certa che v’innamorerete di questa ricetta e per questo motivo vi dico che se volete prepararne in gran quantità, potrete congelarli in sacchetti ben sigillati.
Curiosi di scoprire come preparare la ricetta della mia nuova bontà? Seguitemi!

taralli calabresi morbidi all'anice
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo4 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • PorzioniPer 12 taralli
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgfarina 00
  • 250 gzucchero
  • 3uova
  • 120 mlolio extravergine d’oliva
  • 250 mlacqua
  • 25 glievito di birra fresco
  • 1 pizzicosale
  • q.b.semi di anice

Strumenti

Ti serviranno anche

  • 1 Spianatoia in legno
  • 1 Ciotola
  • 1 Canovaccio
  • 1 Leccarda da forno

Preparazione

  1. Sciogliete il lievito in acqua tiepida e unite lo zucchero. Mescolate molto bene fino a far sciogliere i due ingredienti e mettete da parte.

  2. Versate la farina su una spianatoia e fate la fontana al centro, quindi disponete le uova appena sbattute, l’olio extravergine d’oliva, i semi di anice e il composto di acqua, lievito e zucchero.

  3. Impastate il tutto man mano che versate l’acqua col lievito e lo zucchero, fino a ottenere un impasto morbido, liscio e omogeneo che non deve appiccicarsi alle mani.

  4. Riponete l’impasto ottenuto in una ciotola appena unta d’olio e lasciatelo lievitare al caldo per circa 3 ore. Trascorso il tempo della prima lievitazione, riprendete l’impasto e formate i taralli.

  5. Staccate dei pezzi d’impasto del peso di circa 100 grammi e formate un filoncino lungo circa 15/20 cm. Chiudetelo a mo’ di ciambella, avendo cura di lasciare il buco largo al centro. Proseguite in questo modo con tutto l’impasto e, man mano, disponete i taralli su una leccarda ricoperta di carta forno.

  6. Se volete dei taralli lucidi in superficie, spennellateli con un composto di uovo e latte. Io ho preferito lasciarli del colore naturale. Lasciate lievitare i taralli per 1 ora circa e, trascorso questo secondo tempo di lievitazione, cuoceteli in forno statico preriscaldato a 180°C per 15 minuti.

  7. Trascorso il tempo di cottura i taralli saranno ben dorati in superficie e potrete sfornarli. Lasciateli raffreddare su una gratella, quindi servite i taralli calabresi morbidi all’anice in tavola a colazione e/o merenda.

I consigli di Franci

·        I taralli calabresi morbidi all’anice si conservano ben chiusi in un sacchetto di carta o in un contenitore ermetico fino a 2 settimana.

·        Possono essere congelati ben chiusi in un sacchetto per alimenti.

·        Se voi piacciono lucidi, spennellateli in superficie con uovo e latte.

·        Non perdetevi la ricetta dei GINETTI CALABRESI.

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK e su INSTAGRAM.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.