Crea sito

Cuori di San Valentino sfogliati

I cuori di San Valentino sfogliati sono dei dolcetti golosi e buoni da preparare per la festa degli innamorati. Dopo avervi parlato delle golosissime pizzette da servire per l’aperitivo, oggi voglio proporvi questo dolce goloso a base di pasta sfoglia rigorosamente fatta in casa.

Con pochi ingredienti riuscirete ad ottenere un risultato strepitoso e i vostri cuori di San Valentino andranno letteralmente a ruba. Preparare la pasta sfoglia in casa è sì laborioso, ma ne sarete ripagati sicuramente nel gusto. Se volete prepararli in maniera veloce, optate per i rotoli di pasta sfoglia già pronti.

Curiosi di scoprire come preparare la mia nuova bontà? Seguitemi!

cuori di san valentino
  • Preparazione: 1 Ora
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: Per 50 cuori
  • Costo: Medio

Ingredienti

Per la pasta sfoglia

  • 500 g Farina Manitoba
  • 240 ml Acqua
  • 9 g Sale

Per la sfogliatura

  • 250 g Burro

Per la finitura

  • 1 Uova
  • 2 cucchiai Latte
  • q.b. Zucchero

Preparazione

  1. Inizio col dirvi che per comodità io ho impastato tutto con l’impastatrice, ma se volete allenarvi bene potrete anche impastare tutto a mano. Nella ciotola della planetaria versate la farina, l’acqua e il sale e azionate l’impastatrice a bassa velocità. Impastate per almeno 10 minuti o comunque fino a che non avrete ottenuto un panetto liscio e ben omogeneo, quindi spegnete la macchina e avvolgete la palla ottenuta, detta pastello in gergo culinario, in pellicola trasparente per alimenti, dandole una forma quadrata. Riponete in frigorifero e lasciatelo riposare per almeno 30 minuti.

  2. A questo punto dedicatevi alla preparazione del panetto di burro. Estraete il burro dal frigorifero e ponete il panetto tra due fogli di carta da forno. Picchiettate la superficie con il mattarello in modo da appiattirlo cercando di ottenere un quadrato di circa 20 cm per lato con uno spessore omogeneo. Una volta ottenuto un quadrato, richiudetelo nella pellicola per alimenti e riponetelo in frigorifero nel ripiano più freddo per almeno 30 minuti.

  3. Trascorsi i relativi tempi di riposo, riprendete il pastello e il burro dal frigorifero. Infarinate la spianatoia sulla quale lavorerete e stendete il pastello fino a ottenere un quadrato di circa 3 cm per lato. Appoggiate la sfogli di burro in superficie a mo’ di rombo rispetto all’impasto e richiudete il tutto portando i 4 angoli dell’impasto verso il centro in modo da richiudere tutto a mo’ di pacchetto, avendo cura di sigillare bene i bordi.

  4. Procedete con la sfogliatura e prestate molta attenzione a questo procedimento poiché quest’operazione non può essere eseguita di fretta, altrimenti rischierete di rompere l’impasto e di far fuoriuscire il grasso. Appiattite delicatamente l’impasto e, quando il livello del burro si sarà abbassato, procedete a far scorrere il mattarello sempre in verticale.

  5. Da questa prima lavorazione dovrete ottenere una sfoglia laminata a circa 1 cm di spessore ed è fondamentale lavorare l’impasto quando è ancora freddo. Lavorate l’impasto fino a ottenere un rettangolo lungo circa 60 cm ed eseguite la prima piega a 3, quindi portate il lato superiore del rettangolo a 2/3 della lunghezza e sovrapponete la parte inferiore in modo da ottenere 3 strati. Fate attenzione a che le parti laterali siano ben chiuse, quindi avvolgete l’impasto nella pellicola per alimenti e riponete in frigorifero a riposare per circa 1 ora.

  6. Per quanto riguarda la pasta sfoglia, il tempo di riposo fra un giro e l’altro è molto importante perché servirà a stabilizzare il burro fra un giro e l’altro e far rilassare il glutine rendendo l’impasto più lavorabile. Trascorso il tempo di riposo della prima piega, riprendete l’impasto e stendete nuovamente la pasta a forma di rettangolo, stavolta lungo circa 50 cm. Procedete con un’altra piega a 3 e riponete l’impasto in frigo avvolto in pellicola per un’altra ora.

  7. Trascorso il secondo tempo di riposo, riprendete l’impasto ed eseguite una terza piega a 3 su un rettangolo lungo 50 cm. Riponete in frigorifero a riposare un’altra ora, dopodiché la vostra pasta sfoglia sarà pronta per preparare i cuori di San Valentino sfogliati. Spolverate la spianatoia sulla quale lavorerete di zucchero semolato e stendetevi la pasta sfoglia in un rettangolo lungo circa 50 centimetri.

  8. Cospargete anche la superficie con altro zucchero semolato e stendete la pasta sfoglia nuovamente con il mattarello, cercando di mantenere quanto più possibile la forma rettangolare. Ripiegate i lembi di pasta verso il centro, avendo cura di non sovrapporli fra di loro e ripetete nuovamente l’operazione per ogni lato, mantenendo la non sovrapposizione, ma semplicemente l’unione dei lati più corti al centro.

  9. Fate un’ultima piega in modo da ottenere un rettangolo lungo e stretto in cui si vedranno tutti gli strati sovrapposti sui lati. Schiacciate leggermente e proseguite tagliando delle strisce larghe circa 1 cm in modo da ottenere quelli che saranno i vostri cuori di San Valentino sfogliati. Foderate una leccarda con della carta da forno e disponetevi i pezzi d’impasto ottenuti senza aprirli perché lo faranno automaticamente in cottura, formando i cuori.

  10. Infornate in forno preriscaldato a 220°C per circa 20 minuti o comunque fino a che i cuori non saranno ben dorati in superficie. Sfornateli e lasciateli freddare, quindi servite i cuori di San Valentino sfogliati per colazione o merenda. Buon San Valentino!

  11. cuori di san valentino

I consigli di Franci

  • I cuori di San Valentino sfogliati si conservano ben chiusi in un sacchetto di carta per circa 1 settimana.
  • Possono essere congelati da crudi e infornati all’occorrenza.
  • Possono essere aromatizzati con della cannella o spezie di vostro gradimento.

Torna alla HOME PAGE

Se vuoi rimanere sempre aggiornato sulle nuove ricette, clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK 

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.