Come montare la panna

Come montare la panna in maniera perfetta? Di sicuro ve lo sarete chiesto tantissime volte, e oggi vediamo insieme tutti i passaggi per ottenere una panna montata con le fruste elettriche senza troppa difficoltà!

I consigli che di seguito vado a riportarvi valgono sia per la panna fresca, sia per la panna vegetale. La panna montata è alla base di numerose ricette dolci, fra cui le torte fredde e imparare a montarla perfettamente è davvero importante. È di sicuro uno degli ingredienti più usati in pasticceria, ed è usata sia per farcitura, sia in aggiunta a vari tipi di crema per “alleggerirle”.

Bastano piccoli accorgimenti per montare perfettamente la panna e usarla nelle vostre ricette. Ma prima di iniziare vediamo quali sono le differenze sostanziali fra la panna fresca e la panna vegetale.

come montare la panna

Panna fresca

La panna fresca è quella più conosciuta, e si trova comunemente nel banco frigo dei supermercati. Rispetto alla panna vegetale, la panna fresca ha sicuramente il pregio di essere più gustosa e di essere zuccherata a piacere. Montarla non è semplice, poiché la panna fresca è un’acerrima nemica del caldo e più in generale delle alte temperature.

Ecco il motivo per cui la panna fresca e gli utensili che si usano per montarla devono essere ben freddi di frigo. Quando devo preparare un dolce che prevede l’uso di panna montata, metto sempre ciotola, fruste e panna per 30 minuti in freezer.

Un consiglio che vi do è quello di partire a montare la panna sempre dalla bassa velocità e di alzare quest’ultima man mano, in base al risultato desiderato. Un altro consiglio importante è quello di non montare troppo la panna fresca altrimenti otterrete il burro. Fermatevi, quindi, quando avrete ottenuto una massa ben gonfia e soffice.

Una volta pronta, consumate subito la vostra panna fresca montata, poiché tende a sciogliersi rapidamente. Volete ovviare a questo problema? Aggiungi del mascarpone alla panna, in modo che la su struttura sia più stabile, proprio come accade nel caso della CAMY CREAM.

Panna vegetale

La panna vegetale è l’alter ego della panna fresca. Perfetta per chi segue un regime alimentare di base vegetariana o vegana, o semplicemente per chi è intollerante al lattosio. Il suo pregio? Sicuramente la facilità nel montarla. La panna vegetale resiste meglio alle alte temperature, e riesce a mantenere la sua forma più a lungo rispetto alla panna fresca.

Rispetto alla panna fresca, la panna vegetale si trova in commercio sia al naturale, sia già zuccherata. Si monta sempre ben fredda ed è sicuramente consigliata a chi si approccia per la prima volta nella preparazione di un dolce.

Come montare la panna: Trucchi e segreti

Per montare perfettamente la panna è necessario che sia quest’ultima, sia gli utensili che andrete a usare siano perfettamente freddi di frigo. Versate la panna fredda all’interno della ciotola che avrete scelto (anch’essa fredda). Montate le fruste fredde sul vostro sbattitore e iniziate a montare panna a bassa velocità, avendo cura di girare sempre nello stesso verso.

Come capire se la vostra panna è ben montata? Semplicemente usando lo stesso trucco che si utilizza per gli albumi. Quando la panna è montata a neve ben ferma, capovolgendo la ciotola non cadrà e rimarrà ben attaccata alle pareti.

Se usate la panna fresca e volete zuccherarla, è consigliabile farlo sempre dopo aver montato la panna ed è consigliabile usare lo zucchero a velo, poiché è capace di sciogliersi meglio. Per incorporarlo alla massa montata usate una spatola e praticate dei movimento dal basso verso l’alto.

Come montare la panna: Differenze tra panna montata e semi montata

Dalla montatura della panna si possono ottenere due risultati diversi. Si può ottenere la panna montata a neve ferma e la panna semi montata. Quali sono le differenze tra i due tipi? La panna montata a neve ferma si usa per lo più per decorazioni di torta e dolci di ogni tipo. La panna semi montata, invece, si usa di più per preparare mousse, creme e semifreddi.

Come montare la panna: Errori da non fare

Quando s’inizia a montare la panna, oltre a seguire i consigli già indicati, bisogna prestare molta attenzione al tempo impiegato e alla consistenza della massa che si sta montando. Come fare a capire se avete passato il tempo di montatura? Semplice, vi accorgerete di aver montato troppo la panna quando quest’ultima inizierà a separarsi in una parte liquida, detta latticello, e in una parte solida ovvero il burro che tutti conosciamo.

Come montare la panna: Conservazione

La panna montata si conserva in frigorifero per un giorno al massimo. Basterà chiuderla in un contenitore ermetico. Ricordate che se usate la panna fresca, questa tenderà a smontare leggermente.

Spero che queste indicazioni vi siano state utili, salvatevi il mio blog fra i preferiti e ci leggiamo prestissimo con nuove ricette!

Se vuoi mantenerti sempre aggiornato sulle nuove ricette clicca mi piace alla mia pagina FACEBOOK

Vuoi provare qualche ricetta con la panna liquida o montata? Dai un’occhiata a queste ricette!

  1. BISCOTTI ALLA PANNA
  2. CHIACCHIERE DI CARNEVALE ALLA PANNA
  3. PANNA COTTA AL MICROONDE
  4. TORTA DI COMPLEANNO PANNA E CIOCCOLATO
  5. GELATO FURBO ALLA PANNA
  6. TORTA GELATO PAN DI STELLE
  7. CREMA CHANTILLY
  8. TORTA DELLA SUOCERA
  9. GELATO FURBO AL PISTACCHIO
  10. TORTA CON MOUSSE ALL’ARANCIA.

Precedente Pasta con tonno e pomodoro Successivo Tartufini di San Valentino

Lascia un commento