Crea sito

GNOCCHI ALLA BARBABIETOLA ROSSA


Gli GNOCCHI sono un cibo molto antico, preparato con una grande varietà di ingredienti differenti:  
di frumento, di riso, di semola, con patate, pane secco, tuberi o verdure varie.

Quelli più diffusi in Italia sono quelli alle patate. 
Gli ingredienti vengono usati in base alla tradizione locale o regionale.
Come da tradizione in Italia vengono serviti come primo piatto.

Nei paesi del Centro Europa sono particolarmente diffusi come piatto unico o come contorno.



La RAPA ROSSA ha delle origini provenienti dal medio oriente, ma è presente da secoli anche nel continente europeo, sin dai tempi dei Greci e dei Romani.
Fino al XIII secolo la troviamo soprattutto in Germania, dove rappresenta un elemento importante nella dieta contadina.
Si tratta di un ortaggio molto salutare,è specialmente indicata nelle diete per rafforzare l’organismo grazie alle sue proprietà antiossidanti,che eliminano le tossine presenti nel nostro organismo, alto contenuto di fibre, calcio, ferro, magnesio e vitamine, come la  Vitamina A e la Vitamina B (acido folico). 
La BARBABIETOLA è perfetta per la sintesi delle proteine che stimolano il nostro metabolismo e il corretto funzionamento del sistema nervoso.

Gli GNOCCHI sono dunque un primo piatto irresistibile! Facili da preparare in casa.
Oggi vi propongo questa ricetta alternativa a quelli classici.
Il vostro piatto assumerà un bellissimo colore rosato.


  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di riposo10 Minuti
  • Tempo di cottura3 Minuti
  • PorzioniDosi 2 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

INGREDIENTI

  • 100 gpatate
  • 100 gbarbabietole rosse (se preferite anche quelle precotte)
  • 100 gfarina (potete sostituirla con quella senza glutine)
  • 50 gGrana Padano DOP (o parmigiano reggiano)
  • 2uova
  • 30 gburro
  • q.b.salvia
  • q.b.sale fino
  • q.b.sale grosso

PREPARAZIONE

Per preparare la ricetta,incominciate nel lavare e far lessare le patate, intere e ancora con la buccia,per circa 30 minuti in acqua salata. (potete controllare con la forchetta se la cottura è ultimata).

Nel frattempo prendete le barbabietole e frullatele nel mixer (o tritatutto),fino ad ottenere un consistenza cremosa.

Quando le patate saranno cotte, scolatele e sbucciatele ancora calde.

Munitevi di un schiacciapatate e adagiatele direttamente su una spianatoia o in una ciotola capiente,dopodiché aggiungete la crema di rapa rossa,il sale,il grana padano,le uova e poco alla volta anche la farina setacciata.

Amalgamate per bene tutti gli ingredienti e impastate fino a raggiungere una consistenza omogenea e compatta.

Se l’impasto risultasse troppo umido aggiungete ancora un pò di farina.

Una volta che il panetto ha ottenuto la sua solidità, avvolgetelo con la pellicola e mettetelo in frigorifero a riposare per circa 10 minuti, è il tempo necessario affinché l’impasto si rassodi e sia possibile lavorarlo. 

Trascorso il tempo necessario, levate l’impasto dal frigorifero e incominciate a fare delle striscioline, riducete l’impasto in pezzettini da ricavare gli gnocchi della dimensione che preferite.

Passate ogni pezzetto sull’apposita tavoletta di legno rigata o sui rebbi di una forchetta,che si utilizza per formare le caratteristiche striature degli gnocchi, che accoglierà per meglio il condimento.

Nel medesimo tempo portate a bollore in abbondante acqua salata gli gnocchi, e quando verranno a galla,scolateli e immergeteli nella padella con il condimento di burro e salvia.

Saltateli qualche secondo per amalgamare il tutto.

Servite la pietanza ancora calda in un piatto da portata o in un semplice piatto da pranzo.

A vostro piacere aggiungete una spolverata di grana grattugiato o delle scaglie di parmigiano reggiano.

CONSIGLIO:

Un condimento alternativo è una buonissima fonduta di gorgonzola.

Scaldate un padellino a parte,aggiungete un goccio di latte,qualche pezzetto di zola e una noce di burro.

Saltateli qualche minuto e saranno squisiti.

CONSERVAZIONE:

Gli gnocchi di barbabietola si possono conservare chiusi in un contenitore ermetico e posti in frigorifero, per un paio di giorni al massimo.

Potete prepararli in anticipo e congelarli in freezer prima della cottura.

Porgeteli su un vassoio e quando si saranno congelati, trasferiteli negli appositi sacchetti per alimenti,in questo modo eviterete che si appiccichino tra di loro.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.