Share:
Condividi

Ciao miei cari^^

Oggi spero di esservi veramente utile!!!
Con questo articolo voglio rispondere alle domande che mi vengono poste più di frequente sulla pasta di zucchero. Ovviamente non è completo, ma con il tempo vedrò di renderlo sempre più ricco di nuovi segreti e trucchi ;)

Domanda e Risposte:

Avete preparato la pdz ma rimane troppo molle e appiccicosa, nonostante abbiate seguito tutte le indicazioni della ricetta.

-Se la pdz ti rimane troppo molle e non densa, i fattori potrebbero essere molteplici, tra quelli più diffusi il problema della temperatura e della qualità dello zucchero a velo. Infatti se quest ultimo ha una cattiva proporzione tra zucchero e amido la pdz potrebbe non riuscirvi. I n questo caso potete:

1)aggiungere un altro po’ di zucchero a velo e continuare a impastare,usando anche un po’ di amido di mais

2)mettere la pdz in un recipiente e coprirla con della pellicola. Continuerete a lavorarla il giorno dopo quando si sarà asciugata.

-Avete preparato la pdz ma è troppo dura

In questo caso dovete lavorarla con le mani così si riscalderà, o impastarla se ne avete parecchi kg. Inoltre se volete un aiuto in più potete aggiungere qualche goccia d’acqua (poca alla volte altrimenti si rischia che diventi appiccicosa)

– Avete della pdz ma è diventata troppo dura, si secca e si sbriciola…un disastro

In questo caso la pdz va reidratata con acqua, glicerina e olio di semi o burro.
Dovrete prendere il panetto , bagnarvi una mano e iniziare a impastare.
A questo punto di solito si butta via tutto perché il risultato è una poltiglia appiccicosa ma ben presto lavorandola le farete assorbire l’acqua, mentre l’aria farà il resto. Quindi sporcatevi la mano con un po’ di olio di semi( o burro) e impastate. Se necessario aggiungete anche la glicerina

-Dove si conserva la pdz e per quanto tempo?

La pdz si conserva chiusa in pellicola trasparente in un luogo asciutto e si conserverà per molto tempo. Nonostante ciò dopo qualche tempo si indurirà comunque, ma è sufficiente lavorarla tra le mani o metterla un paio di secondi nel microoonde è di nuovo pronta all’ uso. Deve riposare almeno 12h,

-La devo conservare in frigo prima di stenderla sulla torta?

No. La pasta di zucchero va stesa e posizionata sulla torta ad ultimo. Prima di allora si troverà avvolta nella pellicola in luogo asciutto

-Devo stendere qualcosa tra la base della torta e la pdz?

si prima di poggiare lo strato di pdz sulle torte bisogna prima stendere un isolante (sull’argomento vedi il mio articolo:http://blog.giallozafferano.it/zuccheroespezie/quale-isolante-usare-tra-la-base-e-il-fondente-le-mie-esperienze/ )e solo dopo stenderci su la pdz in modo da farla aderire bene e non far sudare la pdz

-Come si stende?

La pdz è un po’ difficile da stendere perché tende ad attaccarsi in qualsiasi superficie (piano d lavoro, mattarello, mani…santa pazienza^^).
Per evitare che ciò succeda dovete usare o

1)      L’amido di mais, che è una vera manna dal cielo perché anche la pdz più appiccicosa sarà domata ;)

2)      Olio di semi: In pratica anzicchè stendere lo zucchero, verserete nel vostro piano una goccia di olio di semi (ATTENZIONE: non deve essere d’oliva e se ne deve versare poco) e con la mano lo stenderete su tutta la superficie lavorativa e…fine dei problemi!! Se vi state domandando se si sente il sapore dell’olio la risposta è NO  ;)

-Come si lucida la pdz?

La pdz si può lucidare in diversi modi:
1)con il vapore
2)con un pennello intinto nel’alcool (preferibilmente trasparente, quindi vodka e simili)
3)Gelatine

Si può unire con un altro fondente( cioccolato plastico, mmf..)?

SI. Solo che bisogna bilanciare attentamente i vantaggi. Infatti, per esempio, io sconsiglierei l’unione di pdz e cioccolato plastico in estate perché diventerebbe quasi impossibile stendere il risultato della loro unione

 

Share:
Condividi

Related posts:

Vota questa ricetta:
Soluzioni ai problemi più frequenti con la pdz
  • 5.00 / 55