Minestra d’orzo trentina ricca

Carissime amiche e amici buongiorno, secondo il calendario l’estate è appena finita, quindi diamo il benvenuto all’autunno. Il periodo si presta bene alle immancabili zuppe, alcune con legumi, altre di cereali, moltissime le versioni con verdure e zucca. Quella che vi propongo oggi è tipica del Trentino, conosciuta attraverso i tanti viaggi fatti con la famiglia in questo meraviglioso territorio baciato da Dio. Mio marito nativo dell’Alto Adige adora i legumi e rispetto all’originale ho aggiunto in più ceci e funghi. Provatela, il suo gusto catturerà anche i palati più esigenti.

Ingredienti per 6 persone
200 gr di orzo perlato
100 gr di cubetti di speck
100 gr di pancetta affumicata
10 gr di funghi porcini
2 patate, 2 pomodori ramato, 1 zucchina, 1 ciuffo di prezzemolo
1/2 porro, 1 costa di sedano, 1 carota
30 gr di un mix per soffritto, sale e pepe q.b
2,5 litri di acqua calda, 100 gr di ceci lessati

In una pentola dai bordi alti fate un giro d’olio Evo, aggiungete il mix di soffritto e il porro tritato e lasciate stufare dolcemente. Inserite cubetti di speck e pancetta, abbassate la fiamma fino a quando la carne sarà rosolata. Aggiungete l’orzo lavato e i funghi secchi spezzettati a mano, fate insaporire un minuto poi mettete l’acqua calda, prezzemolo sminuzzato, pomodori ramato e cuocete la zuppa per 1 ora girando spesso.

Lavate e mondate le verdure, riducete a cubetti di 1 cm carote, patate, zucchine e sedano. Unite tutte le verdure nella pentola, girate e proseguite la cottura per 20 minuti. Aggiungete i ceci, consiglio di acquistare quelli in barattolo di vetro, a mio parere sono più buoni e sterili rispetto a quelli in lattina. Salate e pepate a piacere e proseguite ancora per 5 minuti. Spegnete e una volta intiepidita servite con un filo d’olio Evo, a piacere un cucchiaio di parmigiano reggiano.

Precedente Tiramisù al pistacchio con mandorle e cioccolato fondente Successivo Canederli funghi porcini e speck

Lascia un commento