Taralli pugliesi leggeri

taralliLa ricetta dei taralli pugliesi che vi presento è ottima per preparare dei gustosi stuzzichini da consumare come aperitivo o antipasto.

Ho ridotto la quantità di olio extravergine di oliva per realizzare dei taralli più leggeri, meno olio utilizzate e meno fragranti saranno i taralli. Regolate la quantità di olio in base al risultato che vorrete ottenere, il gusto sarà comunque sempre ottimo.

L’impasto viene fatto con il vino bianco che è presente nella lista degli alimenti concessi.

INGREDIENTI per 40 taralli

250 gr Farina

120 ml Vino bianco

35-70 ml Olio extravergine di oliva (io ne ho utilizzati 45 ml)

7 gr Sale

PREPARAZIONE

IMG_7428Setacciate la farina e impastatela con il vino, il sale e l’olio extravergine (io ne ho utilizzati 45 ml ma potete arrivare fino a 70 in base al vostro gusto). Impastate fino ad ottenere un impasto morbido e lavorabile, impastare a lungo.IMG_7429

Nel frattempo mettete a bollire una pentola con abbondante acqua non salata.

Per preparare i taralli, dividete l’impasto in 4 IMG_7430parti, formate 4 cilindri e ricavate dei pezzettini di circa 9-10 gr l’uno. Lavorate ogni pezzettino in modo da formare dei piccoli cilindretti di 8-10 cm, chiudeteli sovrapponendo le punte a formare il tarallo e schiacciate leggermente per unire la pasta.IMG_7432

Quando l’acqua bollirà buttate i taralli a lessare, quando riemergeranno saranno pronti. Trasferiteli con una schiumarola su di un telo di lino posizionato su di una gratella. Fate aciugare i taralli per una decina di mintui e trasferiteli poi in una teglia rivestita di carta da forno.IMG_7434

Infornate in forno caldo a 180°C per circa 25 minuti.

 

 

 

Ricordatevi sempre di:

  • non utilizzare pentole in acciaio inox 18/10 o in alluminio;
  • utilizzare pentole e accessori in ceramica, vetro, plastica o teflon;
  • non utilizzare la prima acqua del rubinetto ma lasciarla scorrere qualche minuto;
  • aggiungere il sale nella pentola solo quando l’acqua bolle;
  • non usare la carta di alluminio per avvolgere i cibi;
  • usare la carta da forno per rivestire padelle o piastre in ghisa;
  • abolire i cibi in scatola;
  • evitare la cottura di cibi al cartoccio;
  • prediligere gli alimenti conservati in recipienti di vetro.
Precedente Rotolo di crespelle con zucchine Successivo Pizza con zucchine e olive