Bonet | Ricetta piemontese

Bonet | Ricetta piemonteseBonet | Ricetta piemontese

Oggi vi propongo un classico della cucina piemontese, il bonet. Il bonet (pronunciato bunèt) è una sorta di budino agli amaretti, con caffè e cioccolato cotto in forno a bagnomaria. Il nome “bonèt” in dialetto piemontese sta ad indicare il berretto, il cappello, questa associazione con il dolce è legata, secondo tradizione, a due possibili motivazioni: “bonèt ëd cusin-a” cioè cappello da cucina veniva chiamato lo stampo di rame tondeggiante in cui veniva cotto questo dolce, secondo altri, invece, era un dolce da fine pasto, da servire, cioè “a cappello” di tutto il resto.

Per un bonet:

  • 250 ml di latte
  • 3 uova
  • 50 gr di zucchero
  • 20 gr di cacao
  • mezza tazzina di caffè ristretto
  • 80 gr di amaretti (+3 di decorazione)
  • due cucchiai di liquore, solitamente rum (facoltativo)
  • zucchero qb per il caramello

[banner]

Sbriciolate gli amaretti, più o meno finemente in base ai vostri gusti, e metteteli da parte.

Con un frullino sbattete lo zucchero e le uova (non devono montare eccessivamente), aggiungete il cacao, il caffè ristretto, il latte e infine gli amaretti sbriciolati.

Mescolate il tutto in modo che risulti un composto omogeneo.
Preparate il caramello mettendo in un pentolino lo zucchero (circa 80 gr) con un cucchiaio d’acqua, fate colorare senza mai mescolare.
Versate il caramello ottenuto nello stampo da plumcake e fatelo aderire bene a tutta la superficie facendo attenzione a non scottarvi! Fate questa operazione quando il caramello è ancora ben caldo perchè tenderà a solidificarsi in pochissimo tempo!

Aggiungete nello stampo anche il composto del bonet.

Adagiate lo stampo da plumcake su un’altra teglia con i bordi alti e riempite quest’ultima di acqua fino a coprire per circa metà lo stampo con il bonet.
Cuocete il dolce in forno caldo,a bagnomaria, a 160° per 60 minuti.
Una volta cotto, lasciate raffreddare completamente a temperatura ambiente il bonet.

Sformate il vostro bonet su un piatto da portata e decorate con gli amaretti tenuti da parte (per i più golosi anche con abbondante panna montata 😉 ).

Per leggere l’elenco completo delle mie ricette clicca qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.