Fettuccine tricolore

 

Oggi parliamo di pasta fresca.

Credo di avervelo già detto in altre occasioni, io amo fare la pasta in casa.

Quando sono triste, arrabbiata,  annoiata, delusa…prendo un pò di acqua e farina ed inizio a pasticciare. Non mi crederete ma mi aiuta molto!

L’idea di fare la pasta tricolore era da un pò che mi frullava per la testa, il risultato ci ha convinto molto, sicuramente da rifare.

La ricetta è semplicissima, più che altro di tratta di qualche dritta.

Si procede come una normale pasta all’uovo quindi:

  • 100 gr farina semola rimacinata di grano duro
  • 1 uovo
  • (se serve 1 cucch. acqua)

Io uso sempre la semola quando faccio la pasta, secondo me ne guadagna il sapore ed il modo in cui la pasta tiene la cottura. Inoltre questo tipo di farina rende la sfoglia molto ruvida perfetta per raccogliere il sugo.

E’ importante sottolineare che le uova devono essere fresche, altrimenti procedete utilizzando solo dell’acqua.

Partendo da questo impasto possiamo preparare le varianti, la pasta rossa e quella verde.

Per la pasta rossa:

  • 100 gr farina semola rimacinata di grano duro
  • 1 uovo
  • (se serve 1 cucch. acqua)
  • 1 cucch. di concentrato doppio di pomodoro

Sciogliete il concentrato in poca acqua e aggiungetela al resto degli ingredienti. Impastate come fareste con la ricetta classica.

Per la pasta verde.

  • 100 gr farina semola rimacinata di grano duro
  • 1 uovo
  • spinaci

Per la pasta verde lessate gli spinaci e tritateli finemente eliminando possibili filamenti. In questo caso non aggiungete acqua perchè gli spinaci sono abbastanza umidi e rischiamo di ottenere un impasto molto morbido.

Fatto questo mettiamo i panetti a riposare per una mezz’oretta coperti con un panno in modo che la pasta si “rilassi”.

Trascorsa questa tirare la sfoglia per uno spessore di 5 mm e utilizzatela per fare la pasta del formato che più vi piace. Io ho fatto le fettuccine e le ho condite con del pomodoro fresco di pachino, uno spicchio d’aglio, olio d’oliva e basilico.

Un consiglio in più che vi do è quello di aggiungere dell’olio anche nell’acqua dove cuocerete la pasta, serve per scongiurare il pericolo che la pasta si attacchi.

Non dimenticate di seguire attentamente la cottura, la pasta cuoce in pochissimi minuti!

Non mi resta che augurarvi buon appetito,come sempre aspetto i vostri commenti.

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Print Friendly, PDF & Email
Precedente Dolce al freezer Successivo Gugelhupf (o Kugelhupf)