Gazpacho andaluso

Un bel giorno i conquistadores tornarono in Spagna dal Nuovo Mondo portando con sé pomodori e peperoni. Nacque così il gazpacho andaluso, forse il piatto spagnolo più conosciuto e divulgato negli ultimi anni da varie marche industriali di zuppe fredde e bevande. Ma vuoi mettere con il gazpacho andaluso fatto in casa da te, con ingredienti freschi e senza conservanti? Tanto più che è facilissimo e velocissimo da preparare. Ricorda però che prima di servirlo devi tenerlo in frigorifero almeno un paio di ore.

  • Difficoltà:
    Molto Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Porzioni:
    4 persone
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Pomodori rossi 800 g
  • Peperone verde 1
  • Un quarto di una cipolla
  • Cetriolo 1
  • Spicchi d’aglio 4
  • Mollica di pane raffermo 40 g
  • Cucchiaio di aceto di Jerez 1
  • Cucchiai d’olio 3
  • Mezzo bicchiere d’acqua

Preparazione

  1. Pulisci il peperone verde eliminando il gambo e i semi. Taglialo a pezzetti. Pela e taglia a pezzi anche il cetriolo. Taglia i pomodori in quarti. Grattugia finemente la cipolla. Schiaccia nel pressa-aglio i quattro spicchi d’aglio.

  2. Sminuzza la mollica del pane (facendo attenzione ad eliminare la crosta).

  3. Metti tutto nel frullatore insieme ad un pizzico di sale, 3 cucchiai d’olio, 1 cucchiaio d’aceto di Jerez e mezzo bicchiere d’acqua. Frulla fino ad ottenere una zuppa.

  4. Assaggia ed eventualmente regola il sale. Filtra mescolando costantemente e schiacciando quello che resta nel colino con il dorso di un cucchiaio.

  5. Lascia raffreddare il gazpacho andaluso in frigorifero per almeno due ore prima di servire. Aggiungi un po’ di pepe nero prima di metterlo a tavola.

Precedente Mezze spagnolo. Ovvero come risolvere il problema del pranzo quando si è in vacanza Successivo Tarta de Santiago, un dolce tradizionale della Galizia alle mandorle e allo Jerez

Lascia un commento

*