CAPONATA DI CARCIOFI

Come sempre dietro ad ogni ricetta c’è sempre una storia e questa volta la regola si riconferma. Molte delle ricette salate che utilizzo sono tramandate dalla mia famiglia ma in questo caso non si tratta della mia. Circa due settimane fa la mia coinquilina torna casa con questo barattolo di CAPONATA DI CARCIOFI dicendo che lo ho cucinato la sua mamma. A quel punto ho dovuto assaggiare. Bene, erano le 11 del mattino ed abbiamo fatto un brunch a base di crostini e caponata di carciofi. Ho costretto Gabriella a farmi dare la ricetta e quindi eccola qui.

caponata di carciofi

CAPONATA DI CARCIOFI

Ingredienti:
6 carciofi
2 coste di sedano
30 g di capperi dissalati o sott’aceto
1 cipolla
150 g di olive bianche o nere denocciolate
200 ml di passata di pomodoro
sale
pepe
olio extravergine d’oliva
3 cucchiai di zucchero
2 bicchierini di aceto di vino

Prendete i carciofi, lavateli, puliteli e tagliateli lasciando il cuore diviso in 4 parti. Fateli bollire in una pentola con acqua salata e quando saranno cotti scolateli per bene. Se non doveste trovare i carciofi freschi potete utilizzare quelli surgelati che, sinceramente, penso siano più comodi e quasi buoni nella stessa maniera.

Cuocete il sedano tagliato a pezzettini in un pentolino con acqua calda, anche qui salata. Quando sarà cotto scolatelo ma non buttate via l’acqua di cottura che utilizzeremo per far cuocere la cipolla. Quando l’acqua si sarà asciugata, continuare a soffriggere la cipolla con olio extravergine d’oliva. A questo punto unite la passata di pomodoro fresco, i capperi dissalati oppure sotto aceto, le olive snocciolate bianche non salate, unite anche il sedano precedentemente cotto  e fate cuocere insieme per circa 10 minuti. Aggiungete l’aceto e lo zucchero e fate cuocere per altri 5 minuti a fuoco basso. Aggiungete i carciofi e cuocete ancora qualche minuto. Spegnete la fiamma e lasciate raffreddare.

Conservate la caponata di carciofi sottovuoto o consumatela entro una settimana lasciandola in frigorifero.

BUON APPETITO DA BASTICOOK

basticook libro





Precedente ZUCCA PANATA AL FORNO, ricetta light Successivo QUADROTTI AL CAFFÉ, streusel coffee bars

Lascia un commento