Castagnole di Carnevale di casa mia

Qual’è il dolce di carnevale più veloce da fare in assoluto: le mie castagnole, ovviamente! Ieri pomeriggio in poco più di 20 minuti le prime castagnole erano già pronte per la merenda dei ragazzi!

Dolci di carnevale ne esistono tantissimi, sono presenti con tante varianti in tutte le regioni, e spesso con lo stesso nome si hanno preparazioni diverse oppure lo stesso dolce si può chiamare in diversi modi. Le mie castagnole sono piene, non hanno il vuoto dentro, e quindi non si preparano ripiene. Si possono servire così come sono, coperte di zucchero, oppure spruzzate di alchermes.

Adesso vi do subito la ricetta, collaudatissima, perché ci vuole meno a farle che a spiegarle.

castagnole di carnevale
  • DifficoltàFacile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Per l’impasto

600 g farina 00
3 uova
200 g zucchero
100 g burro (morbido)
100 g latte (circa)
30 g grappa
1 cucchiaino scorza di limone (grattugiata)
1 bustina lievito chimico in polvere
1 pizzico sale

Per la frittura

1 l olio di arachide

Per finire

50 g zucchero a velo
100 ml alchermes (facoltativo)

Passaggi

Mettere a scaldare l’olio in una padella abbastanza larga ma dai bordi alti (va benissimo la friggitrice oppure un wok). Io mi trovo molto bene con il wok per la frittura, adesso ne esistono anche dei modelli con il cestello apposta per la frittura.

Mescolare fra loro le polveri cioè la farina setacciata, il lievito, lo zucchero, il sale e anche la scorza di limone. Impastare velocemente aggiungendo il burro morbido, le uova e la grappa. Aggiungere per ultimo il latte un poco alla volta fino a raggiungere un impasto simile a quello degli gnocchi. E’ possibile che non sia necessario aggiungere tutto il latte.

Formare con le mani dei lunghi bastoncini e poi tagliarli proprio come per fare gli gnocchi. Si dovranno ottenere dei pezzetti della dimensione di una nocciola che in cottura cresceranno.

Appena l’olio arriva a 175° circa, friggere poche castagnole alla volta e scolarle quando sono color nocciola ponendole su un vassoio ricoperto con carta assorbente. Man mano cuocere anche gli altri.

Per friggere correttamente le castagnole di Carnevale si può usare un termometro. Io lo utilizzo sempre per la frittura, sia per avere una corretta temperatura iniziale che per mantenere la temperatura durante la cottura. In particolare io trovo molto utile questo modello con sonda sia per la frittura che per la cottura in forno.

Appena tolte dal fuoco le castagnole vanno cosparse di zucchero semolato, quindi appoggiarle sul piatto di servizio e spargere anche un po’ di zucchero a velo.

Se volete potete spruzzarne una parte con alchermes.

castagnole di carnevale

Le castagnole di Carnevale vanno mangiate subito, appena preparate, per poterle gustare al top! Però si possono mantenere anche per il giorno successivo se tenute coperte da carta stagnola.

Se ti è piaciuta questa ricetta e vuoi sempre rimanere informato sui miei nuovi articoli, puoi iscriverti alla newsletter, oppure mettere MI PIACE alla mia pagina FacebookTwitterPinterest Instagram

Link sponsorizzati inseriti nella pagina.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.