Ragù di oca un peccato di gola

Ragù d’oca un peccato di gola che non si può ripetere tutte le volte che si vuole perché questo volatile non si trova facilmente. Nel mese di agosto a volte si trova, fresco, anche al supermercato e la mia esperienza mi ha insegnato a farne una piccola scorta. Nel mio ragù d’oca la carne non è disossata e i pezzi sono tagliati con cura e ben controllati in modo che non ci siano scaglie d’osso. Per fare il ragù si possono usare le ali, il collo e le cosce e anche tutto il resto se ne occorre una grande quantità. Personalmente mi piace servire la pasta al ragù d’oca con sopra un invitante pezzetto di carne.

Ragù di oca un peccato di gola
  • DifficoltàFacile
  • CostoMedio
  • Tempo di cottura1 Ora 50 Minuti
  • Porzioni6
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti per il ragù di oca

600 g oca (in pezzi)
1 carota
1 cipolla rossa di Tropea
800 g pomodori pelati (da preferire alla passata)
2 coste sedano
4 cucchiai olio extravergine d’oliva
q.b. sale
1 chiodo di garofano (facoltativo)
1/2 bicchiere vino rosso

Strumenti

Fornello
Forbici
Casseruola

Passaggi per la preparazione del ragù di oca

Fiammeggiare e poi lavare il volatile. Tagliare con le forbici da cucina le parti che si vogliono utilizzare iniziando a tagliare prima ali, collo, gambe e tutte le parti con più osso perché danno molto sapore. Tagliare con il coltello qualche pezzo di carne. Naturalmente aggiungere anche il durello ben pulito e lavato e il fegatino privato della vescichetta. (Qui faccio una piccola parentesi: questa ricetta mi arriva da mia nonna quindi è proprio vecchia maniera ma se qualcuno preferisce usare solo le parti migliori risparmierà tempo e otterrà ugualmente un ragù squisito e per dirla tutta sicuramente più adatto ai nostri giovani. Anzi posso aggiungere che se questo ragù sarà destinato a giovani sarà preferibile toglier tutti i pezzi ossuti e lasciare soltanto pezzi di carne prima di usarlo).

Mettere i pomodori pelati in un piatto e ridurli a pezzi o schiacciarli con la forchetta.

Mettere nella casseruola, i pezzi d’oca, il sedano la carota con un chiodo di garofano se vi piace e la cipolla, salare. Fare insaporire a fuoco dolce per qualche minuto e poi aggiungere il vino e lasciare evaporare. Aggiungere i pomodori pelati, un paio di mestoli d’acqua e cuocere coperto a fuoco dolce girando ogni tanto per poco meno di due ore aggiungendo qualche cucchiaio d’acqua se necessario.

Recuperare tutti gli odori compreso il chiodo di garofano e usare il ragù d’oca con la pasta preferita.

Ragù di oca un peccato di gola

Note

Nel blog puoi leggere altre ricette di sughi e ragù come il sugo di asparagi per condire la pasta, il ragù alla bolognese ricetta classica della cucina italiana che richiede un lungo tempo di preparazione e cottura, il sugo di anatra ideale per condire pappardelle maltagliati tagliatelle, il ragù di ceci semplice e gustoso, il ragù di seppia e piselli sano e saporito, e altri.

Se ti piacciono le mie ricette puoi seguirmi anche su Facebook, Pinterest, Twitter, Instagram.

In questa ricetta sono presenti uno o più link di affiliazione.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.