Crostoni mozzarella asparagi e guanciale

Questi crostoni mozzarella asparagi e guanciale sono un antipasto delizioso. L’idea che io ho trovato tanto semplice quanto geniale è tratta dal blog “Due amiche in cucina”. La mia versione è light ma posso assicurare che è semplicemente buonissima. Pane integrale, mozzarella di bufala e asparagi verdi per un antipasto superlativo.

Crostoni mozzarella asparagi e guanciale
  • Difficoltà:Bassa
  • Preparazione:10 minuti
  • Cottura:20 minuti
  • Porzioni:4 pezzi
  • Costo:Basso

Ingredienti

  • 12 asparagi verdi
  • 300 g mozzarella di bufala
  • 8 cucchiai Olio extravergine di oliva
  • 4 fette pane integrale
  • 8 fette guanciale
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Pulire gli asparagi: fare una leggera pressione a partire dal fondo del gambo a salire verso la punta, si spezzeranno nel punto in cui diventano teneri.

    Lavare gli asparagi e se sono molto grandi togliere le foglie soprattutto nella parrte bassa perchè potrebbero essere dure.

    Lessare gli asparagi in acqua bollente salata per circa 10 minuti e scolarli.

    Preriscaldare il forno a 200 gradi ventilato.

  2. preparazione dei crostoni mozzarella asparagi e guanciale

    Mettere le fette di pane in una teglia con carta forno, versare su ognuna un pochino di olio e distribuirlo con una forchetta sulla superficie. (Questo accorgimento servirà ad evitare che il pane a contatto con la mozzarella diventi molliccio.)

    Strizzare un pochino la mozzarella, tagliarla a fette e distribuirla sul pane, quindi infornare per 5 minuti circa.

  3. Nel frattempo avvolgere 4 asparagi, ben scolati, in due fettine di guanciale.

    Quando la mozzarella inizia a fondere estarre i crostoni dal forno e adagiarvi sopra gli asparagi avvolti nel guanciale, quindi rimettere in forno per circa tre minuti.

    Appena il guanciale è dorato e croccante servire i crostoni con mozzarella di bufala asparagi e guanciale direttamente nei piatti in modo che possano essere gustati caldi.

  4. Crostoni mozzarella asparagi e guanciale

Note

Precedente Insalata di riso rosso alla nizzarda Successivo Torta di pesche bianche al rum

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.