Capriolo in umido

Capriolo in umido
Capriolo in umido

Il Capriolo finisce in pentola. Il Capriolo in umido è classico piatto di montagna, quest’anno grazie all’aiuto dell’amica Anna ho imparato a cucinarlo. E’ un procedimento abbastanza lungo ma ne vale davvero la pena, gustoso e delicato allieterà i palati dei vostri commensali più esigenti.

Il capriolo fa parte della selvaggina da pelo ed è inserito tra le carni nere.

Prima di cucinare la carne del capriolo, come tutta la selvaggina, è opportuno farla marinare a lungo per togliere il gusto di selvatico; in questo caso la faremo marinare con verdure e vino rosso per 48 ore.

Ingredienti per il capriolo in umido:

  • 500 gr. di Spezzatino di Capriolo
  • 1/2 Litro di Vino rosso  – Barbera del Piemonte – per la marinatura
  • 2 Carote
  • 4 Gambi di Sedano
  • 1 Cipolla rossa
  • Sale grosso q.b.
  • Panna liquida (potete anche ometterla)
  • Olio evo
Capriolo in umido
Capriolo in umido

Procedimento per il capriolo in umido:

Con la carne del Capriolo ottenete degli spezzatini; se avete anche la parte del carrè potete ricavarne delle costolette e cuocerle sulla griglia.

Tritate finemente carota, sedano e cipolla, mettetele da parte.

In una ciotola alta e capiente mettete lo spezzatino di Capriolo, aggiungete le verdure e coprite con il vino rosso; il Capriolo deve rimanere immerso nella marinatura per 48 ore.

Trascorse le 48 ore prendete una capiente pentola antiaderente, mettete un filo di olio evo, togliete lo spezzatino dalla marinatura e mettetela da parte;

Strizzate bene lo spezzatino e mettetelo in pentola,  iniziate a rosolarlo molto lentamente, deve perdere la maggior parte del liquido assorbito, deve asciugare; quando sarà rosolato aggiungete la marinatura con tutte le sue verdure; aggiungete sale grosso e un pizzico di pepe, coprite e lasciate cuocere per circa 2 ore e 1/2  – 3 sempre a fuoco lento, se necessita allungate con acqua.

Quando sarà trascorso il tempo di cottura assaggiate lo spezzatino, dovrà risultare morbidissimo.

Togliete lo spezzatino dalla pentola e con l’aiuto di un frullatore ad immersione frullate la verdura rimasta intera, dovrete formare una cremina, a questo punto  rimettete lo spezzatino in pentola e aggiungete la panna; fate cuocere ancora per 5 min., assaggiate, aggiustate di sale e di pepe….. servite, potete accompagnarlo con la polenta.

 

 

Precedente Torta cioccolato e pere senza burro! Successivo Polpetti al pomodoro con piselli!

Lascia un commento

*