Ravazzate siciliane con ragù bianco

Le ravazzate siciliane sono un must della rosticceria siciliana, una delle più buone in assoluto, in questa versione al ragù bianco le daremo una nota particolare e buonissima.

Ho provato a fare queste ravazzate siciliane grazie al mio gruppo di amiche su facebook.

Non sono ancora andata in Sicilia ma è uno dei prossimi viaggi che ho in preventivo di fare. La pasticceria e la rosticceria siciliana sono tra le più buone del mondo e se lo dice una napoletana puoi fidarti. 🙂

Come sai però non sono per nulla amante del ragù, beh direi del sugo in generale e così ho provato a farne una versione bianca. Non ho assaggiato le originali ma ti assicuro che queste sono buonissime.

La ricetta originale della mia amica Lia la trovi qui, io oltre al ripieno ho apportato qualche altra piccola modifica in base ai miei gusti.

Adesso veniamo a noi.

foto 2Ravazzate siciliane

Ingredienti per 9 ravazzate piccole

Per l’impasto

100 gr di farina Manitoba

150 gr di farina 0

25 gr di zucchero

5 gr sale

25 gr di strutto

4 gr di lievito di birra

125 gr di acqua

Per il ripieno

130 gr di carne macinata

1 goccio di vino

sedano, carote, cipolle qb

15 gr di farina 00

150 gr di latte parzialmente scremato

sale qb

Per prima cosa in planetaria ( o a mano ) mettiamo tutti gli ingredienti dell’impasto e lavoriamo fino a formare un panetto liscio ed omogeneo. L’unica accortezza sarà quella di mettere per l’ultimo il sale in modo tale che non vada a contatto con il lievito di birra.

foto 2 (5) foto 3 (5) foto 4 (4)

Mettiamo il nostro impasto su un piano infarinato, diamogli una forma rotonda e mettiamolo a lievitare coperto per almeno 30/40 minuti. Nella ricetta originale questo passaggio non è previsto ma utilizzando molto meno lievito questo ci aiuterà ad avere una buona lievitazione.

foto 5 (4)

Trascorso questo tempo sempre sul nostro piano infarinato tagliamo l’impasto in pezzi. Le mie erano di circa 50 gr l’una, diciamo che una ravazzata secondo quanto mi è stato detto può avere due dimensioni o 50 o 80 gr, a te la scelta 🙂

Quando avremo ottenuto le varie pezzature formiamo le palline, mettiamole su una teglia coperta con carta forno e facciamole lievitare in forno spento fino al raddoppio.

foto 2 (2)

Nel frattempo prepariamo il ragù.

Facciamo soffriggere in un filo d’olio ( io non amo utilizzare molto l’olio ma giusto l’essenziale ) il trito di sedano, carota e cipolla ( io lo preparo in gran quantità e lo congelo porzionato, così al momento opportuno ne scongelo direttamente la quantità che mi serve ). Quando sentiremo che sta sfrigolando aggiungiamo il macinato di carne e facciamola rosolare. A metà cottura aggiungiamo un goccio di vino.

foto 1 (2) foto 3 (2)

Quando la carne sarà cotta togliamola e mettiamola da parte. Nella stessa pentola utilizzata per cuocere la carne mettiamo la farina 00 e aggiungiamo a filo il latte. Quando la farina si sarà sciolta mettiamo sul fuoco e portiamo ad ebollizione girando continuamente con una frusta a mano o un cucchiaio di legno.

foto 5 (1) foto 1 (4) foto 2 (4) foto 3 (4)

Una volta ottenuta la besciamella aggiungiamo la carne ed amalgamiamo bene il composto. Saliamo ed assaggiamo per controllare la giusta salinità.

foto 5 (3)

Facciamo raffreddare il ripieno.

Quando il ripieno sarà ben freddo riprendiamo le nostre ravazzate, che nel frattempo avranno lievitato, stendiamole nel palmo della mano, riempiamo il centro con un cucchiaino di ragù e richiudiamo su se stesse.

foto 1 (3) foto 2 (3) foto 3 (3) foto 1 (1) foto 5 (2) foto 2 (1) foto 3 (1) foto 4

Ripetiamo questa operazione per tutte le palline.

foto 5

Mettiamo tutte le ravazzate su carta forno e lasciamo lievitare nuovamente per almeno 30 minuti.

Trascorso questo tempo pennelliamo ogni pallina con il tuorlo d’uovo mescolato con un goccio di latte ed inforniamo a 180° per circa 15 minuti.

foto 1

Serviamole tiepide.

Questa è una ricetta davvero da ripetere con tante farciture diverse, è una pasta morbida e resta così anche il giorno dopo. Perfetta per fare dei piccoli panini da buffet. Beh che dire, te la consiglio!

Spero che la ricetta ti sia piaciuta.

Ti aspetto al prossimo aggiornamento.

Federica.

Ti potrebbero anche interessare

Panini da buffet al pistacchio

Crostone di focaccina rossa con finta salsa greca, melanzane e polpa di granchio

Pizza alle noci

 foto 2 (6) foto 3 (6) foto 4 (5) foto 5 (5) foto 1 (6)

Precedente Piantina per comunione Successivo Torta salata di zucchine - Videoricetta