Pizza di scarole

La pizza di scarole è il must per eccellenza della feste natalizie. Solitamente si prepara la mattina della Vigilia per “mantenersi leggeri” in vista della cena.

Per noi è una vera e propria tradizione la pizza di scarole, come il pesce alla Vigilia in pratica.

Sostituisce degnamente la pasta che andremo a mangiare durante il cenone e ci tiene belle in forma per affrontare tutta la giornata di preparazione.

Inutile dire che non la mangiamo solo durante le festività ma è un’ottima alternativa alla pizza del sabato sera 🙂

pizza_scarole

Adesso procediamo

Pizza di scarole

Ingredienti per 4 persone

Per l’impasto

800 gr di farina

un filo d’olio extravergine di oliva

10 gr di lievito di birra

acqua

sale

Per il ripieno

1,5 kg di scarole

olio extravergine di oliva

1 spicchio d’aglio

3/4 filetti di acciughe

150 gr di olive nere

pinoli

Per lucidare

1 tuorlo d’uovo

La prima cosa da fare per la nostra pizza di scarole è impastare la pasta per la pizza.

Sciogliamo quindi il lievito in una tazzina d’acqua ed aggiungiamolo alla farina, mescoliamo bene, aggiungiamo un filo d’olio abbondante, il sale e tanta acqua quanta ne servirà per ottenere un panetto morbido ed elastico.

Mettiamo questo panetto coperto con uno strofinaccio pulito in forno all’interno del quale avremo messo un pentolino d’acqua in ebollizione (questo favorirà la lievitazione).

Lasciamolo lievitare fino al raddoppio.

Nel frattempo puliamo bene le scarole, laviamo accuratamente le foglie.

Prendiamo una pentola capiente e mettiamo al suo interno le scarole. Facciamo cuocere a fiamma bassissima. Quando le scarole avranno rilasciato la loro acqua alziamo la fiamma e portiamo a cottura.

A questo punto mettiamo le scarole in uno scolapasta con sotto una ciotola in modo da far perdere loro tutta l’acqua.

In una padella soffriggiamo l’aglio tagliato in piccoli pezzi con l’olio e le acciughe.

Appena l’aglio si sarà rosolato togliamolo ed aggiungiamo le scarole.

Facciamo cuocere circa 5 minuti e aggiungiamo le olive nere snocciolate e tagliate a metà.

Se le scarole dovessero rilasciare altra acqua cuociamo fino a che non si asciughi completamente e successivamente aggiungiamo i pinoli.

Facciamo raffreddare il composto.

Quando l’impasto della pizza sarà lievitato prendiamo il ruoto tondo e oliamolo per bene. Stendiamo a questo punto metà dell’impasto nel ruoto foderando anche i bordi. Al centro mettiamo il ripieno ben raffreddato e livelliamolo bene.

Ricopriamo con l’altra metà dell’impasto in modo tale da sigillare bene le due parti di pizza e da non farle aprire in cottura.

Lucidiamo l’impasto con un tuorlo d’uovo battuto e inforniamo a 200° per circa 1 ora.

La cottura come ben sai dipende molto dal forno, quando sarà ben colorata e la base non sarà umida potrai toglierla. Per controllare il fondo della pizza con estrema attenzione cerca di toglierla dal ruoto e controlla che non sia umido né troppo bianco, dovrà colorirsi, solo a quel punto sarà cotto; questa operazione non farla prima dei 40 minuti però altrimenti rischi che si rompa tutto.

Qualora la parte superiore dovesse colorirsi troppo e quella inferiore essere cruda metti un foglio di carta alluminio sulla calotta in modo tale da proteggerla e poter continuare la cottura.

Spero che la ricetta ti sia piaciuta, noi l’adoriamo.

Ti aspetto al prossimo aggiornamento e… buone feste!

Ti abbraccio.

Federica.

Ti potrebbero anche interessare

Pizza alle noci

Pizza Panzarotto

Girasoli gorgonzola e noci – Foto step by step

pizza_scarole2 pizza_scarole3

Precedente Video auguri di Natale Successivo Polipo all'insalata