Crea sito

Fiori di pasta al pistacchio con gamberi e stracchino

I fiori di pasta al pistacchio con gamberi e stracchino sono un primo piatto raffinato e particolare, ideale per stupire gli invitati nei giorni di festa e non solo.

Eccoci finalmente alla Vigilia di Natale… potevo mai lasciarti senza nessuna anticipazione sul nostro primo piatto delle feste?

In anteprima ti presento i ravioli che ho preparato per la cena di stasera.

Ho utilizzato la pasta al pistacchio che puoi trovare qui e creato questi facilissimi ravioli a forma di fiore.

Ho utilizzato due metodi per farli e te li farò vedere entrambi.

Un’idea davvero particolare e raffinata, ideale per queste feste ma non solo; un modo sicuramente unico per stupire i tuoi ospiti.

A proposito hai dato un’occhiata al Menù delle feste che ho preparato per te? Ho selezionato alcune ricette facili e veloci che potrai utilizzare tra oggi e domani… tranquilla non sei solo tu ad essere ritardataria, capita davvero a tutti soprattutto in prossimità del Natale 🙂

Procediamo?

Fiori di pasta al pistacchio con gamberi e stracchino

Dosi per 6/8 persone

Pasta al pistacchio di Bronte

250 gr di gamberetti sgusciati

500 gr di stracchino

un filo d’olio extravergine di oliva

sale

albume d’uovo q.b

Per prima cosa facciamo la pasta al pistacchio come indicato qui.

Facciamola riposare 30 minuti in frigo coperta di pellicola trasparente e poi stendiamola, con l’aiuto di una sfogliatrice, in lunghe strisce.

Questa pasta è davvero bella per tutte le striature del pistacchio… me ne sono davvero innamorata.

fiori_pistacchio3 fiori_pistacchio2

Procediamo per gradi.

Innanzitutto tagliamo dalla pasta un pezzettino di impasto e iniziamo a tirarlo nella sfogliatrice partendo dal rullo più grande. Passata la prima volta ripieghiamola a metà su se stessa e ripassiamola di nuovo nel rullo. Ripetiamo questa operazione finchè diventerà liscia e compatta.

A questo punto continuiamo a sfogliare la pasta stringendo sempre più il rullo.

Considera che io ho passato la pasta due volte per ogni grado di spessore della sfogliatrice.

Sfogliamo la pasta fino ad uno spessore in meno rispetto al massimo sfogliabile ( la mia sfogliatrice va da 6 ad 1, io sono arrivata a spessore 2 ). La sfoglia ci serve sottile ma non troppo.

Se necessario per aiutare la sfogliatura spolveriamo la pasta con della farina.

A questo punto procediamo sfogliando tutto il panetto.

In un pentolino cuociamo i gamberetti che avremo scongelato e pulito dal filo intestinale. Cuociamo a fiamma bassa e quando si saranno coloriti e ristretti alziamo la fiamma per far evaporare l’acqua. Mettiamoli da parte a raffreddare.

In un contenitore amalgamiamo lo stracchino con i gamberetti tagliati finemente al coltello, un filo d’olio e sale.

fiori_pistacchio4 fiori_pistacchio5

A questo punto avendo tutti gli ingredienti pronti possiamo procedere in 2 modi.

Il primo metodo è quello di mettere nella sac a poche il ripieno, adagiare piccole quantità distanziate bene l’una dall’altra sulla prima sfoglia di pasta e sovrapporre un’altra sfoglia. Premiamo bene attorno al ripieno in modo tale da far fuoriuscire tutta l’aria e tagliamo con il coppapasta a forma di fiore.

 fiori_pistacchio6 fiori_pistacchio7

Rimpastiamo tutti gli scarti della lavorazione e sfogliamo nuovamente la pasta come prima.

Il secondo metodo invece consiste nel sovrapporre la sfoglia su se stessa.

Mettiamo come nel primo procedimento il ripieno in cumuletti sulla sfoglia avendo attenzione nel metterli nella metà sottostante. Ripieghiamo su se stessa la sfoglia e procediamo come prima togliendo l’aria ai singoli cumuletti di ripieno e tagliando con il coppapasta.

fiori_pistacchio8 fiori_pistacchio9 fiori_pistacchio10 fiori_pistacchio11

Prima di adagiare una sfoglia o parte di essa ricordiamo sempre di inumidire la parte della sfoglia dove c’è il ripieno con l’albume dell’uovo in modo tale che faccia da collante.

Adesso possiamo scegliere se consumarli subito oppure congelarli.

Se volessi congelarli come ho fatto io, mettiamo tutti i fiorellini nei vassoi e mettiamoli in freezer.

Dopo circa 30 minuti togliamoli dai vassoi e mettiamoli nei sacchetti gelo facendo attenzione a metterli ben stesi.

Ecco pronti i miei ravioli.

Stasera mi sa che ci leccheremo i baffi e tu? sono sicura che li proverai presto.

Ti abbraccio forte e ti faccio tanti tanti auguri, che tu possa trovare sotto l’albero tutto ciò che il tuo cuore desidera e soprattutto che tu possa trascorrere queste giornate con le persone che ti sono più care.

Ti aspetto al prossimo aggiornamento.

Federica.

 Ti potrebbero anche interessare

Gnocchetti gamberetti e zucchine

Riccioli alla liquirizia con gamberetti e salmone al profumo d’arancia

Polipo all’insalata

fiori_pistacchio

Translate »