SALTIBOCCA DI POLLO

IMG_0217

VOTO:
7

DIFFICOLTA’:
BASSA

Cosa serve:PER 4 PERSONE
8 sovracosce di pollo disossate e ben battute
8 fettine sottili di fontina
1 bicchiere di brodo di pollo
8 fettine di prosciutto crudo
40g di farina
12 foglie grandi di salvia
4 cucchiai d’olio d’oliva
3 cucchiai di burro
1 bicchiere di vino bianco
Sale
Pepe

Come si fa:
Ho diviso in due parti verticali le sovracosce, salate e pepate su ciascun lato, poi le ho infarinate e scrollate per togliere la farina in più. Ho scaldato 2 cucchiai di olio in una padella con il burro e quando ha iniziato a friggere ho cotto le sovracosce per 2 minuti su ogni lato. Ho irrorato con 2 cucchiai di vino bianco e lasciato ad evaporare girando però il pollo una volta. Ho tolto il pollo dalla padella e lasciato ad intiepidirsi. Ho versato il vino rimasto nel tegame e aggiunto il brodo, poi ho fatto addensare per 5 minuti a fiamma dolcissima mescolando. Ho bagnato e strizzato un pezzo di carta da forno, steso su una placca e spennellato con l’olio d’oliva rimasto. Ho appoggiato gli 8 pezzi di pollo sulla placca e messo sopra ogni uno 1 fettina di fontina piegata in 2. Ho aggiunto dei pezzetti di prosciutto crudo tagliato con la forbice dalle fettine. Ho messo sopra al pezzo di pollo con la fontina anche 1 fettina di prosciutto e 1 foglia di salvia e tenuto fermo il tutto con uno stecchino. Ho infornato in forno già caldo a 200° per 5 minuti. Ho insaporito il fondo di cottura della padella con una macinata di pepe e qualche foglia di salvia, poi ho versato il fondo su un piatto, appoggiato sopra i saltibocca e serviti subito.

COSTO:
MEDIO

Tratta da:
RICETTE IN 30 MINUTI

secondi carne

Informazioni su votiallericette

La mia missione è quella di cucinare le ricette che trovo nei miei libri e dare un voto, riuscirò nel mio intento?Sono ricette quindi testate da me e votate dal mio compagno. Ogni mese circa scegliamo le ricette facciamo la lista e compriamo gli ingredenti. Buona lettura. Se hai piacere puoi lasciare un commento con o senza registrazione ma ricordati di frimarlo per favore. Grazie!

Precedente LA PINOLATA Successivo BUCATIINI CON SALSICCIA E ASPARAGI BIANCHI