TAGLIATELLE AL RAGU’ DI CINGHIALE

tagliatelle al ragù di cinghiale vivi in cucina
Le tagliatelle al ragù di cinghiale sono un piatto che finalmente ho provato a fare dopo anni di richieste di mia figlia, che le adora.

Sinceramente ero convinta che fosse una preparazione elaborata e poi ho sempre pensato che trovare la carne di cinghiale fosse un problema e invece ho scoperto, dopo anni che lo frequento, che il mio pescivendolo vende anche selvaggina.

Mi sono quindi fatta preparare la carne di cinghiale già tritata e pronta per essere marinata. In effetti nelle ricette che ho trovato sul web, la marinatura veniva fatta con il pezzo di carne intero, ma devo dire che la carne trita assorbe benissimo il vino che poi rilascia lentamente in cottura, insomma il mio ragù è venuto una delizia!

INGREDIENTI per 6/8 persone

  • tagliatelle all’uovo
  • 650 grammi di polpa magra di cinghiale intera o tritata

per la marinatura

  • 300 ml di vino rosso corposo
  • 2 spicchi di aglio bianco
  • 1 carota
  • 1 cipolla bianca
  • 1 gambo di sedano
  • chiodi di garofano q.b.
  • 1 rametto di rosmarino
  • 1 rametto di salvia

per il sugo

  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla bianca
  • 1 dado vegetale
  • 1 bicchiere di latte
  • olio extravergine di oliva q.b.
  • pepe nero macinato fresco q.b.
  • 1 peperoncino piccante
  • 1 litro di passata di pomodoro
  • 3 cucchiai di concentrato di pomodoro
  • sale q.b.

Marinate la carne di cinghiale ponendola un giorno prima nel vino rosso contenente l’aglio, la cipolla con infilzati un po’ di chiodi di garofano, il sedano e la carota tagliati a tocchi, salvia e rosmarino legati insieme.

Passate 24 ore, se avete marinato il pezzo intero, tagliate in quadrotti la carne di cinghiale sgocciolata, se l’avete utilizzata tritata lasciatela sgocciolare in un colino, togliendo tutte le verdure e erbe usate per la marinatura.

Mondate e tritate a dadini piccolissimi cipolla, carota e sedano e fateli soffriggere in un capiente tegame contenente l’olio di oliva.

Dopo una decina di minuti, unite la polpa di cinghiale, fatela rosolare e regolate di sale, unite il dado e il peperoncino. Aggiungete il concentrato di pomodoro e la passata diluita con un bicchiere di acqua calda, lasciate cuocere a fuoco dolce, girando di tanto in tanto; se notate che il ragù si asciuga troppo aggiungete ancora un po’ di passata di pomodoro sempre diluita con un po’ di acqua calda.

La cottura si aggira intorno alle tre ore, ma assaggiate sempre la morbidezza della carne che non deve asciugarsi eccessivamente.

Verso fine cottura se necessario regolate di sale e spolverate con del pepe nero macinato fresco.

Una decina di minuti prima di condire con questo sugo la vostra pasta, rimettetelo sul fuoco e unite un bicchiere di latte avendo cura di amalgamare bene il tutto e portate a bollore.

La ricetta originale è del blog “dolcipensieri” qui leggermente rivista.

Tagliatelle al ragu di cinghiale

2 Risposte a “TAGLIATELLE AL RAGU’ DI CINGHIALE”

  1. Oh mammaaaaa se passo tra un’oretta me ne fai trovare una bella porzione abbondante???
    Cavoli che meraviglia di ricetta e complimenti per il blog!
    Ciao Ornella 😉 😀 😀

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »