Torta di Linz (Linzer Torte), dolce tradizionale

La torta di Linz è un classico delle feste, in particolare nel periodo natalizio, della tradizione austriaca e tirolese ma anche tedesca, svizzera e ungherese, una torta deliziosa nella sua semplicità, della quale ci si innamora al primo assaggio. Una pasta friabile a base di nocciole o mandorle, profumata con spezie e limone, racchiude un goloso strato di marmellata di ribes rosso o lamponi che fa capolino sotto un fitto intreccio di strisce d’impasto (nelle varianti più moderne le strisce vengono qualche volta sostituite da stelle). Pare che la Linzer Torte, nata a Linz nel 1653, sia la più antica torta in circolazione al mondo, e la sua ricetta si trova in un prezioso libro di cucina  custodito nella  biblioteca monastica di Admont in Austria. 

Torta di Linz (Linzer Torte), dolce tradizionale

Torta di Linz (Linzer Torte), dolce tradizionale

Ingredienti per uno stampo a cerniera da 24 cm

Per l’impasto

  • farina bianca, 250 grammi
  • nocciole tritate, 250 grammi
  • burro morbido, 250 grammi
  • un uovo grande
  • zucchero, 170 grammi
  • lievito per dolci, mezza bustina circa (8 grammi)
  • cannella, un cucchiaino e mezzo
  • un limone non trattato, la buccia grattugiata
  • vaniglia, i semini di mezzo baccello (o un cucchiaino di estratto)
  • un paio di chiodi di garofano tritati finemente (facoltativo)
  • un pizzico di sale

Per il ripieno

  • confettura di ribes rosso o lamponi (io ho utilizzato i lamponi), 350 grammi

Per il bordo

  • il tuorlo di un uovo
  • latte, un cucchiaio
  • mandorle a lamelle q.b.

Preparazione 

Tritare finemente le nocciole (consiglio di aggiungere due cucchiai di zucchero preso dalla dose totale per un migliore risultato).

In un recipiente capace (o nella ciotola dell’impastatrice)  mescolare  la farina bianca, con le nocciole tritate, lo zucchero, il lievito, la cannella, la vaniglia, la buccia grattugiata del limone, il sale e i chiodi di garofano tritati.
Unire  il burro morbido diviso in pezzetti  e l’uovo e lavorare per pochi minuti fino ad ottenere un composto ben amalgamato. Formare un panetto e avvolgerlo nella pellicola. Lasciare riposare in frigorifero per un paio d’ore. 

Trascorso il tempo necessario stendere 2/3 dell’impasto nello stampo precedentemente imburrato e rialzarne leggermente i bordi.  Spalmare la confettura sul fondo distribuendola uniformemente ma tenendosi un po’ scostati dal bordo (circa 2 cm).

Stendere  anche l’impasto lasciato da parte e con le apposite formine ritagliare tante stelle, anche di dimensioni diverse, e poggiarle sulla superficie della confettura, leggermente discoste le une dalle altre. In alternativa formare dei rotolini da disporre a grata come per una classica crostata.

Spennellare  il bordo della torta con il tuorlo sbattuto con il latte e ricoprirlo con le mandorle a lamelle. A questo punto consiglio di mettere in frigorifero lo stampo per circa quindici minuti per fare rassodare meglio l’impasto della copertura.

Mettere nel forno già caldo (180°) per 40 minuti circa.

Aspettare che la torta sia fredda prima di tagliarla a fette e servirla.

Se questa ricetta  ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, suTwitter, su Google+ e su Pinterest!

Precedente Cavolini e cipolline con zenzero, miele e limone Successivo Torta rustica alla verza con patate gratinate e formaggio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.