Sformatini di finocchi allo zafferano

Gli sformatini di finocchi allo zafferano sono una ricetta davvero facile da preparare, un delicato piatto di mezzo o uno squisito contorno che si accompagna elegantemente a piatti di carni bianche e di pesce. Hanno il grande vantaggio di poter essere preparati in anticipo e riscaldati poi in forno al momento di servirli, particolare da tenere certamente in considerazione quando si programma un menu. Da provare anche gli sformatini di carciofi 

sformatini di finocchi

Sformatini di finocchi allo zafferano

Ingredienti per 4/6  sformatini di finocchi (secondo la grandezza dello stampino)

  • finocchi, tre medi
  • formaggio grattugiato, una buona manciata
  • ricotta, 180 grammi
  • uova, due 
  • sale e pepe q.b.
  • zafferano, una bustina
  • burro e pangrattato q.b. per gli stampini 

Preparazione

Togliere ai finocchi le foglie esterne più dure, tagliarli a piccoli spicchi e cuocerli in acqua salata.

Appena i finocchi saranno cotti scolarli bene, schiacciandoli leggermente con una forchetta per eliminare buona parte della loro acqua. Metterli poi in una ciotola, unire lo zafferano e  frullare con il minipimer. Aspettare che si siano raffreddati, quindi aggiungere il formaggio grattugiato, la ricotta, le uova sbattute, il pepe ed eventualmente un po’ di sale, mescolando bene in modo che il composto sia perfettamente amalgamato .

Accendere il forno a 180° e non appena sarà caldo mettervi una teglia o una pirofila bassa, di misura tale che possa contenere gli sformatini di finocchi, riempita con acqua per poco meno di metà della sua altezza.

Imburrare e cospargere di pangrattato gli stampini, ruotandoli in modo che il pangrattato si distribuisca un po’ dappertutto e scuotendo via quello in eccesso.

Riempire gli stampini con il composto preparato.

Mettere gli stampini nella teglia con l’acqua già calda e far cuocere a bagnomaria in forno per circa 30 minuti.

Sfornarli e lasciarli  riposare un po’ prima di sformarli sui piatti.

Guarnire secondo la propria fantasia: io stavolta ho preparato delle carote tagliate a tocchetti e stufate in padella e le ho disposte intorno agli sformatini, arricchendo così il piatto e  creando allo stesso tempo un simpatico effetto cromatico.

Se questa ricetta  ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, su Twitter e su Pinterest!

Precedente Macco di fave, ricetta tradizionale siciliana Successivo Rosti di patate, tradizionale ricetta svizzera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.