Polpettone genovese con patate e fagiolini

Quando si pensa al polpettone solitamente s’immagina un piatto dove è presente la carne, ma questo non è assolutamente il caso del polpettone genovese, una gustosa e profumata ricetta vegetariana della cucina tradizionale ligure: gli ingredienti di base sono patate e fagiolini, la forma è solitamente rettangolare, con un aspetto molto simile a quello di un classico sformato di patate, e la preparazione è molto facile.

Nel polpettone genovese patate e fagiolini vengono impastati con uova, formaggio grattugiato e maggiorana o erba persa, nome popolare con cui è nota in Liguria. Come sempre accade per i piatti della tradizione, ogni famiglia ha i suoi ingredienti e le sue dosi, con piccole variazioni sulla ricetta di base: c’è chi mette l’aglio, chi la cipolla, chi entrambi, e a volte tra gli ingredienti troviamo anche i funghi secchi. Il polpettone viene poi sistemato in una teglia e cotto in forno: io l’ho preparato sui fornelli con la mia rostiera Crafond e il risultato è stato assolutamente perfetto…una fantastica opzione da tenere sicuramente in considerazione, in particolar modo d’estate, quando si fa volentieri a meno di accendere il forno 🙂 .polpettone genovese fetta

Polpettone genovese con patate e fagiolini

Ingredienti 

  • patate, 500 grammi
  • fagiolini, 600 grammi
  • uova, 3 grandi
  • parmigiano grattugiato (o pecorino), 100 grammi
  • maggiorana, 3-4 rametti 
  • una cipolla ramata
  • pangrattato q.b.
  • sale e pepe nero q.b.
  • olio extravergine d’oliva

Preparazione 

Lavare le patate e i fagiolini, poi tagliare via le estremità ed eventuali filamenti di questi ultimi. Lessare separatamente patate e fagiolini. Tritare grossolanamente i fagiolini, sbucciare le patate e passarle nello schiacciapatate.

Tritare la cipolla e farla rosolare in padella con un po’ d’olio, quindi aggiungere i fagiolini, un pizzico di sale e fare insaporire per qualche minuto.

In una ciotola delle dimensioni opportune sbattere le uova, poi unire le patate passate, i fagiolini, il formaggio grattugiato e le foglioline di maggiorana. Regolare di sale e aggiungere una generosa macinata di pepe nero. Mescolare bene affinché il composto sia perfettamente amalgamato.

Spennellare una teglia antiaderente (io ho utilizzato la mia rostiera Crafond) con olio e cospargere di pangrattato sul fondo e sui bordi.

Versarvi il composto di patate e fagiolini, compattandolo e livellandolo con il dorso di un cucchiaio: l’altezza del composto deve essere di  circa 3-4 cm.

Spolverare la superficie del polpettone con altro pangrattato e disegnare sulla superficie delle righe diagonali coi rebbi di una forchetta. Aggiungere un filo d’olio.   

Cuocere coperto a fiamma bassa per circa 25 minuti, poi togliere il coperchio e passare sotto il grill per un paio di minuti. In alternativa, cuocere in forno caldo a 200° per circa 30 minuti.

Lasciare riposare il polpettone genovese per almeno una mezz’oretta prima di servirlo in tavola, tiepido o freddo, magari accompagnato da insalata verde e pomodori.

polpettone genovese

Se questa ricetta  ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, suTwitter Pinterest!

Precedente Insalata che passione: tante ricette per tutti i gusti Successivo Tabulè, deliziosa insalata tradizionale libanese

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.