Pollo al pesto matto, leggero e stuzzicante

Uno sfizioso pesto con erbe aromatiche, capperi, olive e limone regala al pollo un gusto stuzzicante, avvolgendolo in uno squisito sughino: oggi vi presento il pollo al pesto matto, un piatto semplice, saporito e leggero che si prepara senza difficoltà. Ho scoperto questa deliziosa ricetta nei primi anni in cui mi affacciavo su internet, forse nel 2006, sul forum del mitico e indimenticabile sito Coquinaria: da allora la preparo spesso, specie in estate, a volte con il pollo e a volte con il coniglio, che se non ricordo male era presente nella ricetta originale. Consiglio anche a voi di provarla 🙂 .

pollo al pesto

Pollo al pesto matto

Ingredienti per 4 persone

  • un pollo (circa 1 kg e 400 grammi)
  • limoni succosi, tre
  • aglio, quattro spicchi 
  • capperi sotto sale, due cucchiaini
  • olive verdi, una decina
  • salvia, una decina di foglie
  • timo, le foglioline di un paio di rametti
  • prezzemolo, un bel ciuffo
  • carote, tre medie
  • sedano, una costa
  • vino bianco secco, un bicchiere (200 ml)
  • acciughe sott’olio, tre filetti (se piacciono, altrimenti si possono omettere)
  • patate (facoltative), 800 grammi
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale e pepe q.b.

Preparazione 

Tagliare il pollo in pezzi di misura media. Sistemare i pezzi di pollo in un recipiente della giusta misura, bagnarli con il succo di due limoni e lasciarli riposare ben coperti in frigorifero per un’oretta circa, rigirando un paio di volte.

Pelare gli spicchi d’aglio. Pulire e affettare le carote. Pulire il sedano e pelare le patate (facoltative) e tagliarli a tocchetti.

Preparare il pesto: sciacquare bene i capperi per eliminare il sale, strizzarli e tritarli grossolanamente insieme ad uno spicchio d’aglio, alle olive e alle erbe aromatiche, lasciando da parte qualche foglia di salvia. Aggiungere al trito anche le acciughe se gradite. Passare questo composto al mixer (o pestarlo pazientemente nel mortaio), aggiungendo anche il succo del limone rimasto e il vino bianco.

In un tegame con un paio di cucchiai d’olio far rosolare per qualche minuto i pezzi di pollo (ben sgocciolati dal succo di limone) con le foglie di salvia e gli spicchi d’aglio lasciati da parte, le carote e il sedano.

Condire con il pesto, pepare e se necessario aggiungere un pizzico di sale, quindi mescolare, far insaporire bene e cuocere, coperto e a fuoco basso, per un quarto d’ora circa.

Unire eventualmente anche le patate e terminare la cottura (altri 20 minuti circa, dipende anche dalla grandezza dei pezzi di pollo).

Il pollo al pesto matto è un piatto ottimo anche freddo 🙂 .

Se la ricetta del pollo al pesto matto ti è piaciuta, condividila e seguimi anche sulla mia pagina Facebook, Twitter  e Pinterest!

Precedente Involtini di peperoni gratinati ripieni di scamorza Successivo Semifreddo allo yogurt e amarene, fresco e goloso

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.