Gelato di crema alla vaniglia, senza gelatiera

Il gelato di crema alla vaniglia è uno dei tanti squisiti gelati che si possono preparare in casa con pochi ingredienti freschi, anche senza l’aiuto della gelatiera: la ricetta è molto più facile di quanto si possa pensare, basta solo un po’ di pazienza ed il risultato sarà un gelato delizioso e cremoso degno delle migliori gelaterie! Non resterà poi altro da fare che scegliere se gustarlo così com’è o completarlo con aggiunte altrettanto golose: cioccolato fuso, una tazzina di caffè oppure una salsa all’amarena, la mia scelta di oggi  🙂  .

Gelato di crema alla vaniglia

Ingredienti per circa 1 kg e 200 g di gelato

  • panna fresca, 500 ml.
  • latte intero, 500 ml.
  • i semini di una bacca di vaniglia grande o di due più piccole
  • zucchero, 150 grammi
  • uova, 6 tuorli + 1 uovo intero
  • maizena, due cucchiaini

gelato di crema

 Preparazione

In una ciotola mettere i tuorli, l’uovo intero, lo zucchero, i semini di vaniglia e la maizena. Montare finché il composto sarà gonfio e spumoso, poi, sempre continuando a montare, aggiungere la panna.  Intanto mettere sul fuoco una pentola con il latte e portarlo vicino all’ebollizione. Spegnere il fuoco e versare a filo il latte sul composto di uova e zucchero, mescolando finché tutti gli ingredienti saranno perfettamente amalgamati.

Cuocere a bagnomaria il composto così ottenuto per i pochi minuti necessari affinché la crema si cominci ad addensare (3-4 minuti). In realtà quest’operazione si potrebbe fare anche sulla fiamma diretta, ma in tal caso bisognerebbe prestare moltissima attenzione, perché se la temperatura si alzasse troppo si rischierebbe di fare impazzire il composto: cuocere a bagnomaria è un pochino più lungo ma meno rischioso.

Lasciare raffreddare e mettere nel freezer in un ciotola coperta, meglio se d’acciaio. Dopo circa un’ora (dipende anche dal freezer) riprendere il gelato alla crema e mescolarlo vigorosamente (a mano o con il frullatore ad immersione) per un paio di minuti. Rimettere nel freezer e ripetere questa operazione altre due volte a distanza di qualche ora, in modo da spezzare i cristalli di ghiaccio e rendere il gelato cremoso al punto giusto. 

Se il gelato di crema alla vaniglia ti è piaciuto, seguimi anche sulla mia pagina Facebook!

Precedente Sfogliatine alle acciughe, stuzzichini sfiziosi Successivo Scaloppine con fragole in agrodolce

2 commenti su “Gelato di crema alla vaniglia, senza gelatiera

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.