Ceci con spinaci alla sivigliana, stufato tradizionale

I ceci con spinaci alla sivigliana (garbanzos con espinacas o anche espinacas con garbanzos, a seconda delle proporzioni tra i due ingredienti) sono una saporita ricetta tradizionale spagnola, originaria della regione andalusa e in particolare di Siviglia. È un piatto che mi ha fatto innamorare sin dalla prima volta che l’ho provato: a rendere unico questo delizioso stufato di ceci è la presenza del majado, un condimento semplice quanto straordinario che viene aggiunto durante la cottura, e che con i suoi sentori speziati evoca le influenze arabe presenti nella cucina di quella regione. I ceci con spinaci alla sivigliana vengono consumati tutto l’anno, ma tradizionalmente rientrano tra i piatti tipici della Quaresima e in particolar modo del Venerdì santo. 

Ceci con spinaci alla sivigliana

Ceci con spinaci alla sivigliana

Ingredienti per 4 persone 

  • ceci lessati, 400 grammi ( i ceci in scatola già pronti  naturalmente rendono molto più breve il tempo di preparazione) 
  • spinaci, 600 grammi
  • aglio, 3 spicchi
  • pane raffermo, tre fette (medie)
  • cumino in polvere , mezzo cucchiaio
  • paprika dolce (meglio ancora paprika dolce affumicata), un cucchiaio
  • peperoncino macinato, un pizzico 
  • aceto di vino bianco, una spruzzata (circa un cucchiaio, si deve sentire ma non prevalere).
  • olio extravergine d’oliva q.b.
  • sale q.b.

Preparazione 

Sciacquare i ceci in abbondante acqua fresca e metterli a mollo per tutta la notte. Cuocerli a fuoco basso in acqua fredda con carota, cipolla e sedano. Se si utilizzano i ceci in scatola, basterà semplicemente scolarli dal loro liquido e sciacquarli. Lavare gli spinaci e, ancora gocciolanti, metterli a cuocere coperti e a fiamma bassa in una pentola con un dito d’acqua per un paio di minuti.

Preparare il majado, ingrediente fondamentale di questa ricetta: in una padella con un paio di cucchiai d’olio ben caldo mettere gli spicchi d’aglio e le fette di pane e fare dorare, muovendo e rigirando pane e aglio su tutti i lati. Togliere prima gli spicchi d’aglio per evitare che brucino e poi il pane, quindi mettere da parte il tegame con l’olio. Mettere il pane e gli spicchi d’aglio in un mortaio o nel mixer, insieme a un buon pizzico di sale, al cumino, al peperoncino, all’aceto di vino bianco e alla paprika (nella ricetta originale la paprika si aggiunge in seguito nel tegame, ma dato che la paprika si brucia molto facilmente preferisco questa versione per evitare rischi 🙂 ). Aggiungere un dito d’acqua per facilitare il lavoro e pestare (frullare) il tutto fino ad ottenere una crema.

Accendere il fuoco sotto il tegame precedentemente messo da parte, aggiungendo poco altro olio se necessario. Mettere i ceci nel tegame, aggiungere il majado, mescolare e fare insaporire. Unire anche gli spinaci, versare un mestolino d’acqua, mescolare e muovere il tegame perché il tutto si amalgami nel migliore dei modi. Aggiustare di sale se necessario e, se si preferisse un piatto più brodoso, aggiungere ancora un mestolino d’acqua. Fare cuocere per dieci-quindici minuti. Fare riposare prima di portare in tavola. 

Se la ricetta dei ceci con spinaci alla sivigliana ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, su Twitter e su Pinterest!

Precedente Minestra di orzo con verza e patate Successivo Pizza di Carnevale, ricetta della penisola sorrentina

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.