Blu di Bagnoli e Shropshire al Porto

Oggi vi propongo una degustazione di formaggi d’eccellenza: vi parlerò infatti di due straordinari erborinati a pasta molle che ho avuto modo di assaggiare recentemente, il Blu di Bagnoli e lo Shropshire al Porto e uva di Corinto.
Devo queste piacevolissime scoperte a Selecta, azienda che seleziona e distribuisce prodotti alimentari di prima scelta, ed in particolare al suo interessante marchio “Non Toccatemi il Formaggio“: non soltanto un goloso catalogo che comprende più di 180 formaggi italiani, francesi, spagnoli, svizzeri e inglesi, prodotti da caseifici artigianali selezionati con cura, ma anche e soprattutto un vero e proprio progetto di formazione e di conoscenza, a tutela della cultura del formaggio di qualità in Italia e in Europa.

Blu di Bagnoli e Shropshire al Porto con uva di Corinto

blu di bagnoli e shropshire al porto

Blu di Bagnoli

Il Blu di Bagnoli è un caprino veneto a coagulazione presamica con caglio di vitello, cui viene inoculato il penicillium roqueforti, che durante la breve stagionatura sviluppa le nobili muffe dell’erborinatura.

In fase di affinamento la forma viene poi avvolta in garze di cotone impregnate di vino Friularo Passito di Bagnoli di Sopra ed infine aromatizzata con frutti di bosco liofilizzati, fiori di malva, ibisco e fiordaliso.
Il risultato è un formaggio eccezionale, dal gusto intenso ma di raro equilibrio, che si abbina perfettamente ai frutti di bosco; straordinari poi, a mio parere, anche gli abbinamenti con una composta di pere allo zenzero o con il miele di corbezzolo, magari accompagnato da un pane casalingo alle nocciole.

blu di bagnoli e shropshire al-porto

Shropshire al Porto e uva di Corinto

Lo Shropshire al Porto e uva di Corinto è ottenuto dall’affinatura artigianale dello Shropshire Blue, eccellente formaggio britannico di latte vaccino nato nelle Highlands scozzesi e caratterizzato da un piacevole contrasto di colori: infatti l’annatto, un carotenoide estratto da una pianta spontanea dell’Amazzonia e aggiunto nella cagliata, gli dona un accentuato colore arancio che ben si abbina al verde-bluastro delle muffe nobili sviluppate dal penicillium roqueforti.
In questa particolare varietà la forma, privata della sua crosta, viene affinata con vino Porto e successivamente aromatizzata in superficie con uva di Corinto fatta rinvenire nello stesso Porto, lavorazione che contribuisce a donare al formaggio le sue peculiari note dolci di caramello e cioccolato.
Io l’ho trovato perfetto abbinato al miele di fiori di castagno o al cioccolato fondente e alla frutta secca; in alternativa, quello con il vino cotto (sapa o saba) è un altro accostamento che personalmente ritengo molto intrigante e che mi ha conquistato.

 Shropshire al Porto e uva di Corinto
Shropshire al Porto e uva di Corinto con vino cotto e frutta secca

Blu di Bagnoli e Shropshire al Porto: i vini da abbinare
La presenza dell’erborinatura conferisce a Blu di Bagnoli e Shropshire al Porto e uva di Corinto caratteristiche tali da suggerire l’abbinamento con vini dolci, passiti, muffati, anche liquorosi: dal Sauternes al Porto Vintage, dal Passito di Pantelleria al Recioto di Soave e al Picolit, fino a Marsala e Jerez dolci, il panorama è molto vasto ed allettante e rende la scelta un vero piacere.

blu di bagnoli e shropshire al porto e uva di Corinto Se questa ricetta ti è piaciuta, seguimi anche sulla mia pagina Facebook, su Twitter, Google+ e Pinterest!

Precedente Mousse di caffé, ricetta senza uova Successivo Risotto al radicchio, taleggio e pere

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.