Vecchiarelle calabresi dolci fritti al miele

Vecchiarelle calabresi, dolci fritti al miele, ricetta facile, dolci tipici semplici e sfiziosi, golosi, uno tira l’altro, uno street food semplicissimo e goloso.

Vecchiarelle calabresi dolci fritti al miele

Buonissime le vecchiarelle calabresi, sono dei dolci fritti con impasto pane, semplici, bagnati di miele, dolci al punto giusto, si prepara l’impasto e a lievitazione si formano tanti cilindri o ciambelline e vengono poi fritte.

Uno street food davvero delizioso, soprattutto per il miele che le ricopre.

La ricetta delle vecchiarelle calabresi è presa da un libro di ricette tipiche italiane, incuriosita dal nome e ovviamente dalla ricetta in se, ho pensato di realizzarle.

Sono piuttosto semplici e una tira l’altra, perfette da consumare seduti sul divano davanti alla tv, piacciono tanto a grandi e bambini.

Semplicissime e golose, si mangiano bagnate di miele ma nessuno ci vieta di mangiarle anche senza oppure con la nutella se non volgiamo rispettare la tradizione.

Io le ho lasciate al miele nella loro ricetta originale, ma le rifarò di sicuro con tanta nutella.

Seguitemi in cucina oggi ci sono le vecchiarelle calabresi!

Vecchiarelle calabresi dolci fritti al miele vickyart arte in cucina Vecchiarelle calabresi dolci fritti al miele vickyart arte in cucina

Vecchiarelle calabresi dolci fritti al miele

QUI ALTRE RICETTE

Segui le ricette di Arte in Cucina anche su Telegram sul canale telegram.me/arteincucina

QUI SE VUOI SEGUIRMI SULLA PAGINA FACEBOOK

Ingredienti:

  • 250 g di farina tipo 0
  • 120 ml di acqua
  • 4 g di lievito di birra
  • 2 g di sale
  • 3 g di zucchero
  • miele

Procedimento:

  1. QUI VIDEO RICETTA
  2. Sciogliere il lievito nell’acqua con lo zucchero e versatelo nel robot, aggiungete la farina e mescolate, aggiungete il sale, lavorate tutto, formate una palla e mettete a lievitare coperta in una ciotola con la pellicola, fino al raddoppio.
  3. Trascorso il tempo all’incirca 3 ore prendete l’impasto e staccate dei pezzi, fate dei filoncini, tagliateli e formate tanti cordoncini di circa 5 centimetri.
  4. Scaldate l’olio, appena frigola, tuffate i cordoncini, cuoceteli a doratura, poi scolateli su carta da cucina.
  5. Sciogliete il miele sul fornello con un po’ di acqua e ricoprite i cordoncini.
  6. Bon appétit

Precedente Pizzette fritte da bar all'origano soffici ricetta facile Successivo Polpettone di patate e funghi senza forno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.